Il Benevento innesta la marcia giusta nel secondo tempo e demolisce il Sorrento al Ciro Vigorito. Il derby finisce 4-0 per i giallorossi, che nella prima frazione avevano tremato per un palo colpito da Vitale pochi minuti prima dell’intervallo. Quando si rientra in campo però è tutta un’altra musica, la Strega non è più contratta, inizia a macinare gioco e sblocca la sfida al 5′ con Ciano (subentrato a un impalpabile Starita), che sfrutta un assist di Improta battendo non senza difficoltà il portiere ospite Del Sorbo. Passano dodici minuti e tutto lo stadio si alza in piedi per applaudire a un’autentica prodezza di Amato Ciciretti. Il fantasista romano, da posizione defilata, disegna una traiettoria imparabile con il mancino mandando in visibilio il pubblico. La pratica sembra archiviata, perché il Sorrento fa fatica a reagire. Il Benevento non solo gestisce ma trova addirittura il tris e il poker con i nuovi entrati Bolsius Simonetti. Ora la Strega è da sola al secondo posto all’inseguimento della Juve Stabia, vittoriosa al Menti nell’altro derby di giornata, contro la Turris. I punti di vantaggio delle vespe restano dunque 7.

Benevento-Sorrento 4-0

Marcatori: 50′ Ciano (B), 62′ Ciciretti (B), 79′ Bolsius (B), 92′ Simonetti (B)

BENEVENTO
Paleari; Masciangelo (46′ Simonetti), Pinato (84′ Talia), Improta, Berra, Starita (46′ Ciano), Nardi, Pastina (68′ Terranova), Lanini (68′ Bolsius), Capellini, Ciciretti.
A disp.: Nunziante, Manfredini, Benedetti, Kubica, Marotta, Ferrante, Agazzi, Rillo, Viscardi, Carfora.
All. Gaetano Auteri

SORRENTO
Del Sorbo; Todisco, Vitale (84′ Bonavolontà), La Monica (74′ Scala), Cuccurullo (84′ Messori), De Francesco, Colombini, Morichelli (65′ Badje), Di Somma, Vitiello (84′ Capasso), Ravasio.
A disp.: D’Aniello, Albertazzi, Loreto, Amendola, Ilardi, Petrone, Riccardi.
All. Vincenzo Maiuri

Ammoniti: Pastina (B), La Monica (S)

Arbitro: Mattia Caldera di Como.
Assistenti designati Markiyan Voytyuk di Ancona e Giorgio Ermanno Minafra di Roma 2.
Quarto Ufficiale Alessandro Recchia di Brindisi.