adesivoAgrinsieme Benevento ha provveduto ad inviare la lettera di seguito pubblicata con l’invito alle autorità competenti ad adottare tutti gli opportuni provvedimenti per risolvere con estrema sollecitudine la grave situazione che si è venuta a creare nel settore della assegnazione dei carburanti alle imprese agricole:

“Le sottoscritte Organizzazioni Agricole, unite nel raggruppamento Agrinsieme, dopo gli ultimi avvenimenti dovuti alle disastrose alluvioni dell’ottobre 2014, delle abbondanti nevicate nelle zone del Fortore, che hanno visto in ginocchio le imprese agricole e tutt’ora in attesa dei promessi ‘concreti aiuti’, si vedono costrette a subire i pesanti disservizi dovuti a mancati adeguamenti informatici, che mettono a repentaglio le lavorazioni primaverili ai terreni ed alle coltivazioni.
Nell’ambito della corrente campagna per l’assegnazione dei carburanti agricoli agevolati, quelle stesse nostre aziende lamentano una incomprensibile disattenzione sulle problematiche gravissime che ad oggi, a tre mesi circa dall’inizio dell’anno, si sono create da un lato per un colpevole ritardo nell’inizio delle operazioni di assegnazione e dall’altro lato, dopo la pubblicazione del nuovo decreto ministeriale, sottolineano una ancora più colpevole assenza di decisioni tempestive, necessarie per risolvere i problemi che la tardiva pubblicazione del decreto ministeriale ha provocato a metà della campagna di assegnazione.
Tutto ciò premesso, si chiede un immediato intervento di aggiornamento del programma informatico, che regola le assegnazioni, in modo da evitare ulteriori ed ingiustificati ritardi nell’assegnazione dei carburanti alle imprese agricole nella imminenza delle operazioni primaverili.
Riteniamo, inoltre, che sia assolutamente necessario un rafforzamento ulteriore delle unità operative addette alle operazioni di assegnazione, nella ragionevole convinzione che a seguito degli eventi sopra denunciati ci sarà un ulteriore intasamento delle richieste che si accumuleranno nei prossimi giorni.
Le nostre preoccupazioni, infine, sono ulteriormente aggravate dalla considerazione che ad oggi non risulta ancora completo l’iter burocratico-amministrativo necessario per l’aggiornamento delle procedure informatiche.
Nella certezza di un tempestivo intervento e nell’accoglimento delle istanze proposte, si porgono distinti saluti.”