Soddisfazione e orgoglio. Oreste Vigorito ha esaltato il cammino del Benevento ai microfoni della Gazzetta dello Sport sottolineando che la sua squadra sta andando oltre ogni più rosea aspettativa: “I punti conquistati li meritiamo tutti, stiamo compiendo qualcosa di unico. Abbiamo fatto tesoro dell’ultima esperienza in A e siamo ripartiti con nuove consapevolezze. I record messi in fila in serie B lo scorso anno non sono un caso, abbiamo voluto confermare gran parte dei giocatori che ci hanno portato in A, questo la dice lunga”. 

A detta del patron sannita ampi meriti vanno attribuiti a Inzaghi: “Il vero segreto della nostra squadra è il feeling che si è instaurato tra lui e Foggia. Il direttore sportivo era convinto che la scelta dell’allenatore sarebbe stata quella giusta, e comunque ho detto a Inzaghi che se lo esonero lo metto in attacco, è ancora capace di fare grandi gol in allenamento”. 

Radiomercato dà vicinissimo Pinamonti, attaccante dell’Inter: “Dopo la vittoria con il Cagliari mi verrebbe da dire che non ci serve nessuno, ma probabilmente un attaccante arriverà. Fino alla scorsa estate qualche calciatore di alto livello ci ha rifiutati, oggi tutti hanno preso consapevolezza di cos’è il Benevento e dell’aria buona del Sannio”. 

Complimenti incassati anche da Schiattarella, uno dei protagonisti di questo inizio di stagione: “E’ un napoletano, gente che sente il territorio come Insigne e Improta. E’ riuscito a tirar fuori qui da noi quello che aveva dentro, lo spirito del combattente. Quando era alla Spal giocava in un altro ruolo, qui è la guida. Il lockdown ci ha permesso di conoscere anche una grande persona”.