“L’investimento che come Regione Campania abbiamo voluto fare è stato quello di considerare il servizio civile un’importante momento di formazione e valorizzazione della persona, con particolare riferimento alla crescita culturale, della cittadinanza attiva e dei valori della solidarietà e della coesione socio-economica”. Lo ha detto il Consigliere regionale e Vicepresidente della Commissione Agricoltura della Campania, Erasmo Mortaruolo intervenendo ieri in occasione del convegno “Servizio civile universale: l’esperienza della Campania” promosso da INAC Campania.
“Ma la Campania – ha aggiunto – non dispone di una normativa regionale sul servizio civile. Pertanto, per procedere all’elaborazione di un disegno di legge di iniziativa della Giunta regionale volto all’istituzione del Servizio civile regionale e che possa costituire un ulteriore passo in avanti rispetto al processo di valorizzazione dei giovani e di sostegno ai percorsi di crescita e di autonomia, la Regione Campania ha deciso di indire delle consultazioni per acquisire osservazioni e contributi sulle finalità e i punti cardine che orientano la predisposizione dell’intervento normativo. Diritti, dignità, conoscenza delle norme e integrazione reale sono una risorsa e non un problema. Dunque è prioritario allargare la discussione alle altre situazioni particolari come gli anziani, la sanità e politiche sociali adeguate degne di un Paese civile”.