Anche oggi allenamento di mattina per il Perugia. Massimo Oddo sta facendo lavorare la squadra a porte chiuse puntando in particolar modo sulle prove tattiche anti-Benevento. Si aggregherà ai compagni anche Nicolussi Caviglia, ultimo nazionale a rientrare (è stato impegnato con la nazionale under 20), mentre sarà assente il difensore Angella, che ha iniziato la riatletizzazione in orari diversi rispetto ai compagni evidenziando notevoli progressi. Il Perugia si è allenato e si allenerà nelle prossime due settimane sul campo sintetico: il «Curi» e il campo centrale dell’antistadio sono alle prese con lavori di manutenzione e non sono quindi disponibili. Gyomber che Carraro, entrambi reduci dalla convocazione con la Nazionale stanno bene e con il morale a mille. Il difensore ha svolto la seduta completa, mentre il centrocampista un lavoro di scarico. Lavoro in parte differenziato anche per Pietro Iemmello che ha però concluso la seduta insieme alla squadra quindi non è affatto in dubbio per la sfida del Vigorito dove i suoi ex tifosi sono con il dente avvelenato nei suoi confronti. Il programma di lavoro prevede per venerdì la rifinitura e poi la partenza alla volta di Benevento. La sensazione anche se Oddo non ha concesso anticipazioni che anche nel Sannio sarà confermato il modulo 4-3-2-1, anche se davanti ci sono Falcinelli e Melchiorri entrambi destinati alla panchina che scalpitano per avere spazio. E’una soluzione quella delle due punte se non del tridente che sarà attuata in base alle esigenze dell’incontro. In effetti Oddo punta ad avere la superiorità a centrocampo rispetto agli avversari. Buone possibilità grazie alla sosta di avere a disposizione Sgarbi, ma come centrale è probabile che al fianco di Gyomber venga confermato Falasco. Si tratta di orientamenti ma al momento non si fanno previsioni perchè è tutto top secret. Non mancano, quindi, i dubbi per Oddo.