Lo scorso 6 giugno la Procura della Repubblica di Benevento ha disposto il dissequestro della ex discarica comunale di Puglianello di località Marrucaro. Verificata la totale bonifica dell’area, questa è stata riaffidata al Comune nella persona del sindaco Francesco Maria Rubano, già custode giudiziario del sito nominato dalla stessa Procura. Tutti gli accertamenti sono stati espletati e i rifiuti presenti nell’area di stoccaggio sono stati rimossi e pertanto – come scritto nel decreto di restituzione – non sussistono più esigenze probatorie. “Il rischio di danno ambientale è stato completamente scongiurato – spiega il primo cittadino Francesco Maria Rubano – e dunque, attraverso il legale incaricato, come Comune di Puglianello abbiamo chiesto ed ottenuto il dissequestro. Presto saranno completati i lavori presso il sito che sarà opportunamente messo in sicurezza. Verrà trasformato in un’area verde attrezzata e di eccellenza che risulterà un fiore all’occhiello non solo per Puglianello ma per l’intera valle Telesina. Ringraziamo la struttura del Commissariato di Governo egregiamente coordinata dal Generale Vadalá per la preziosa e fattiva collaborazione instaurata con l’Ente”. 
“Un grato e doveroso ossequio va rivolto all’Autorità GiudiIaria, nei cui confronti rinnoviamo la nostra piena fiducia. Le maldicenze e le insinuazioni le lasciamo a chi, strumentalizzando ogni vicenda, si dedica costantemente a seminare odio. A noi rimane, invece, la serenità nell’assolvere ai compiti affidatici dai cittadini”. “
“Il problema della discarica, così come promesso durante la competizione elettorale, sta per essere risolto senza alcuna conseguenza per la salute pubblica. Questo è il risultato più importante. Insieme al popolo di Puglianello possiamo spuntare un’altra voce all’interno del nostro programma di mandato: dispiace davvero per quei noti e oramai pochi detrattori, ma anche questo impegno è stato portato a termine”.