Ieri sera a Benevento, nella suggestiva cornice del Teatro Romano, si è svolta la cerimonia di proclamazione dei finalisti del mitico ‘Premio Strega’ edizione 2021. Edizione innovativa, a cominciare dalla location, che ha sancito ancora una volta l’affermazione delle piccole case editrici e la riscossa delle donne. A guidare la rosa dei finalisti è Emanuele Trevi con ‘Due Vite’ (Neri Pozza), seguito da: Edith Bruck con ‘Il pane perduto’ (La Nave di Teseo); Donatella Di Pietrantonio con ‘Borgo Sud’ (Einaudi), Giulia Caminito con ‘L’acqua del lago non è mai dolce’ (Bompiani) e Andrea Bajani con ‘Il libro delle case’ (Feltrinelli). In finale, dunque tre romanzi e due libri autobiografici.

La serata, condotta da Gigi Marzullo, ha sancito una vera e propria rinascita per la città di Benevento nella quale, per la prima volta, si è svolta anche la votazione che ha decretato i finalisti in gara. Per rinascita, ovviemaente intendiamo quella emozionale dato che è la prima volta, dopo la dolorosa pausa inposta dalla pandemia, che le luci di riflettori nazionali illuminano la nostra bellissima città e i cittadini hanno l’occasione di ritrovarsi, tutti insieme, a godere di un evento culturale. Ricordiamo che il vincitore verrà proclamato, l’8 luglio 2021, con la classica conta dei voti, al Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia.