pittura‘Maleventum Contest’, Prima Edizione del concorso internazionale di arte contemporanea, per la direzione artistica di Ferdinando Creta, apre i battenti, presso il Museo Arcos di Benevento, con una conferenza stampa di presentazione, il 10 aprile prossimo. L’inaugurazione del concorso è fissata, invece, domenica 12 aprile alle ore 11:00, sempre al Museo Arcos.

‘Maleventum Contest’, con il patrocinio della Provincia e della Camera di Commercio di Benevento, con la collaborazione dell’Associazione Artistica2014, ‘projet cordinator’ su ‘concept’ di Lucio Ariemma e Antonio Scala, rientra nella programmazione degli eventi 2015 del polo museale di via Stefano Borgia, programmazione che si concluderà il 31 maggio 2015.

Gli artisti ammessi al contest sono:

  • per la pittura: Luigi Albi, Giuliana Amorosi, Raffaele Avella, Alessandro Bulgarini, Pina Candileno, Raimondo Carretta, Valeria de Rienzo, Salvarore Fiore, Fabio Franzese, Flavio Lombardi, Roberto Melfi, Fiorella Meo, Miss Brown & M.lle Bouquet, Maya Pacifico, Antonella Pagnotta, Milena Picariello, Stefania Raimondi, Umberto Riccelli, Nicola Rummo, Stefania Sabatino, Italo Somma, Alfonso Sorrentino, Bianca Vitale, Beatrice Zagato, Carlo Giuseppe Zuozo.
  • per la scultura: Francesco Alessio, Gabriella Crisci, Cosmo Di Florio, Antonio Natale Di Maria, Antonio Pallotta, Raffaele Sammarco, Michele Spina.
  • per la fotografia: Federica Ariemma, Maria Grazia Capozzi, Maria Grazia Colasanto, Peppe Esposito, Monica Funaro, Virginia La Tella, Simona Pietropaolo, Viviana Rasulo, Giovanni Ruggiero, Veronica Vecchione.

La rassegna d’arte contemporanea, riservata ad artisti emergenti, nasce con l’intento di promuovere e diffondere le emergenze dell’arte contemporanea nel Sannio. Mentre all’Expo 2015 con Padiglione Italia vengono celebrati i grandi maestri dell’arte italiana, a Benevento, con ‘Maleventum contest’, si è voluto dare spazio e visibilità ad artisti altrettanto bravi, ma meno noti. L’evento si propone, tra l’altro, di avviare una sorta di salotto artistico-culturale, in una stagione economicamente difficile, dove a pagare il prezzo più alto è talvolta la creatività e l’ingegno, per riaffermare il desiderio di protagonismo nel campo dell’arte.

La manifestazione si pone come focus on su ogni forma di ‘maleventum sociale contemporaneo’, definendolo, analizzandolo e sconfiggendolo con la creatività e con l’arte. Arte dunque come messaggio, denuncia, riflessione o semplicemente come portatrice di un pensiero positivo che non può e non deve essere messa in discussione.

La giuria, che ha scelto i lavori dei pittori, scultori e fotografi ammessi al concorso, presieduta dal direttore artistico di Arcos, Ferdinando Creta, è composta dal Prof. Massimo Bignardi dell’Università di Siena e dagli artisti Angelo Casciello, Angelo Marra e Attilio Michele Varricchio. Oltre alla giuria di esperti potranno esprimere il proprio voto direttamente i visitatori, in modo da premiare anche chi sarà riuscito a emozionare il semplice appassionato.

La formula del contest, inedita per il museo Arcos, grazie ai vari partner, oltre ad intervenire a sostegno degli artisti, riconosce ai vincitori di categoria la realizzazione di mostre in spazi espositivi atipici ma influenti, invertendo il modus operandi (l’arte va verso il pubblico e non il pubblico verso l’arte). Il vincitore assoluto avrà poi la possibilità di realizzare una mostra alla ‘Galleria Novalis Fine Arts’ di Hong Kong. Al fine di non influenzare il giudizio dei visitatori, i quali con le loro preferenze decreteranno i vincitori di categoria, i membri del comitato scientifico renderanno note le proprie considerazioni a conclusione della kermesse, individuando così il vincitore assoluto del Maleventum contest 2015.

Con il progetto Maleventum il Museo Arcos e Benevento faranno da ponte verso le nuove frontiere dell’arte contemporanea.