Tommaso D’Orazio, classe 90, esterno sinistro del Cosenza, a scadenza di contratto a giugno 2020, potrebbe essere l’identikit adatto per andare a completare l’organico sulla corsia mancina. Il giocatore che ha salto il derby di Crotone per squalifica è reduce da una buona stagione al debutto in serie cadetta e per le sue doti può essere utilizzato sia basso che da esterno di centrocampo nel caso di un 3-5-2. Va detto, però, che il ds Pasquale Foggia non sta trattando solo lui, ma ha nel carnet in neretto almeno altri due nomi, uno di questi è Falasco del Perugia, ma si parla anche di una pista straniera. Nelle prossime ore si saprà qualcosa di più concreto anche perchè il ds andrà a Milano per il rush finale di mercato. Nella giornata odierna, invece, o al massimo domani, il Benevento ufficializzerà la cessione con la formula del prestito secco dell’anglogiapponese Cy Goddard alla formazione cipriota del Pafos. L’esterno offensivo che non è stato convocato per Pisa, ha raggiunto già Cipro dove ha sostenuto le visite mediche e trovato l’accordo. Come detto la notizia del suo passaggio è solo una formalità. Sempre a livello di partenze, invece, nulla di definito per Andrea Costa. Ma la società con lui è stata chiara. Nel caso in cui non accetti alcuna destinazione si andrà alla rescissione del contratto che converrebbe anche al difensore che altrimenti correrebbe il rischio di restare fermo fino a gennaio visto che non c’è alcuna intenzione di reintegrarlo. La pista calda resta quella del Reggio Audace, serie C, ma proprio il declassamento non sarebbe gradito a Costa che spera fino all’ultimo in una conferma almeno tra i cadetti che però appare difficile viste le presenze delle ultime due stagioni a Benevento. A proposito di difensori, l’infortunio occorso a Tuia che ha dovuto rinunciare alla convocazione per la prima di campionato non mette in allarme la società che per il pacchetto centrale punterà sul quartetto composto appunto da Tuia, Antei, Caldirola e Volta. Naturalmente con il mercato in corso non sono da escludere delle sorprese anche in base a quanto si deciderà nei summit che si stanno svolgendo in queste ore tra Inzaghi e la società. Infine, operazione virtualmente definita quella di Basit che arriverà dall’Arezzo dove però potrebbe restare in prestito per questa stagione.