Racconto di un pomeriggio di sorrisi. Ore 15 di sabato. A Cornaredo, alle porte di Milano, la squadra dei 2006 del San Giorgio di Legnano affronta i pari età del posto. Sugli spalti, fra il nugolo di genitori presenti, spunta un cellulare con la visione della partita La Spezia – Benevento. Il mio!.

In tribuna comincia una sorta di strabismo collettivo, si segue un po’ il campo ed un po’ il cellulare. “Gol…

“Macché, è annullato” “No no… è gol, Denny ha segnato tuo figlio”. “Azz me lo so perso, guardavo il gol annullato ad Insigne”. Sul campo i ragazzi fanno il loro dovere, vincono 5-0 in scioltezza, mentre a La Spezia un Benevento sornione dà l’impressione di voler ancorare la gara sullo zero a zero, anzi Montipo’ mette le toppe con almeno due interventi super. Poi in un attimo, mentre si stanno applaudendo i giovincelli del 2006 venuti a salutarci sotto la tribuna, dalla stessa si ode un “ecchistebbuon...afangulgooooooool”. Gli altri genitori ridono, sapendo della mia maniacale passione per la Strega che ormai li ha contagiati del tutto, mentre mio figlio dal campo mi strilla ” papà quant stamm?” “1-0 Frà e mancano 3 minuti”. Il suo gesto di esultanza è doppio.
Il gol di Tello ci regala il primato, ma mi costa anche il pagamento di 5 birre, una coca e 2 pacchetti di patatine perché 10  minuti prima del gol avevo promesso che se il Benevento segnava offrivo al bar.
Parola data…..non si può tornare indietro ma 20 euro per un sabato da capolista si possono pure spendere. Mi spiace solo che quando ho confessato a mio figlio di essermi perso il suo gol, fatto in contemporanea con quello in off side di Insigne, il suo pacato commento è stato….” Papà….ma vafancul”….
Meritato……ma per la Strega questo e altro…….
Primato, miglior difesa, seconda vittoria esterna con ai box Volta,Sau e Schiattarella. Forse sabato la sorte ci ha ridato un po’ di quanto lasciato con l’Entella. Va bene vincere anche così. Le vittorie sono toccasana e non possono fare altro che accrescere il morale e le convinzioni sia individuali che di gruppo. Entusiasmo e sorrisi. Bene ha fatto SPI in conferenza stampa pre- partita a fare notare il clima troppo soporifero in attesa di un de profundis che molti stanno aspettando per iniziare il loro Rosario di “Aler’ ditt’ io”. Lui ed il gruppo stanno ad oggi dimostrando il contrario e speriamo che ‘a curon resti deposta ancora a lungo nelle tasche dei detrattori di turno.
Buona settimana a tutti.
Scugnizzo69