resize[1]Dopo il programma di incontri avviati lo scorso anno scolastico, si rinnova il rapporto fra le scuole del territorio fortorino e Liminaria.

Attraverso la sezione denominata LiminariaEdu, parte del progetto di narrazione dei territori rurali dell’area del Fortore, è stata inaugurata a marzo scorso una fase che ha visto il coinvolgimento nelle attività di storytelling delle scuole, e in particolare degli Istituti superiori di San Marco dei Cavoti che appartengono al plesso di San Bartolomeo in Galdo.

Diverso il target degli studenti, cui si rivolgeranno invece le attività programmate per la nuova edizione di LiminariaEdu e che prenderanno parte, sabato 12 dicembre, nell’ambito del programma stilato per la Festa del torrrone e del croccantino, al ‘Coderdojo – Bitlandia a San Marco dei Cavoti’, il laboratorio di codice informatico e open hardware. A prendervi parte saranno gli studenti delle classi prime e seconde della scuola secondaria di primo grado degli Istituti comprensivi di San Marco dei Cavoti e di Montefalcone di Val Fortore/Ginestra degli Schiavoni. L’inizio del laboratorio è fissato per le ore 9.30.

Il laboratorio è inserito nel programma di attività del progetto Liminaria, che da oltre due anni opera sul territorio del Fortore per il rafforzamento delle reti locali e l’uso delle nuove tecnologie di comunicazione per la ri-valorizzazione del territorio locale e sarà svolto dai docenti di Lilis ed Informatici Senza Frontiere.

In particolare, anche questo intervento si inserisce nell’ambito della sezione del progetto LiminariaEdu, strutturato insieme alle scuole del comprensorio territoriale del Fortore e orientato alla creazione di una rete che coinvolga soggetti diversi, dall’università alle scuole locali alle realtà operanti sul territorio. L’appuntamento sammarchese del 12 dicembre è stato calendarizzato anche grazie al sostegno economico dei comuni di Montefalcone di Val Fortore, Ginestra degli Schiavoni e della Comunità Montana del Fortore.

“Abbiamo già avuto modo di lavorare, durante lo scorso anno scolastico, – dice Leandro Pisano curatore di Liminaria – con l’I.I.S. ‘Medi’ di San Bartolomeo in Galdo nelle sezioni associate del Liceo Classico e dell’I.T.E. di San Marco dei Cavoti e siamo felicissimi di poter collaborare ora con gli istituti comprensivi di San Marco dei Cavoti di Montefalcone/Ginestra. Per l’appuntamento di dicembre, l’idea è quella di sperimentare delle forme di collaborazione con le scuole volte a potenziare la didattica del codice e dell’hardware già a partire dai primi gradi di istruzione, tema sul quale la scuola italiana è al momento molto indietro”.