Quinta sconfitta casalinga stagionale per il Benevento che esce tra i fischi del Ciro Vigorito dopo la sfida con il Perugia. I giallorossi vengono surclassati dall’ultima in classifica, che si impone 2-0 con un gol per tempo. Di Lisi nel finale della prima frazione e di Luperini a sette minuti dalla fine le reti che consentono agli umbri di tornare a casa con la seconda vittoria consecutiva. Per la Strega una prestazione insufficiente sotto ogni punto di vista soprattutto nella ripresa, quando tutti si aspettavano una reazione allo svantaggio che non è arrivata. Il turnover operato da Cannavaro non ha pagato e la condizione di troppi elementi a sua disposizione è parsa precaria. Durissimo capitan Letizia a fine gara: “I fischi sono più che meritati, i tifosi hanno ragione. Questa sconfitta è ingiustificabile, a gennaio bisognerà cambiare registro perché qualcuno secondo me non ha capito che bisogna al più presto fare punti per salvarsi”.

BENEVENTO
Paleari; Acampora, Masciangelo (46′ Foulon), Tello (59′ Thiam Pape), Glik, Improta (85′ Nwankwo), La Gumina (59′ Farias), Viviani (59′ Karic), Veseli, Forte, Capellini.
A disp.: Manfredini, El Kaouakibi, Schiattarella, Ciano, Leverbe, Pastina, Koutsoupias.
All. Fabio Cannavaro

PERUGIA
Gori; Rosi (46′ Angella), Olivieri (88′ Kouan), Luperini, Dell’Orco, Bartolomei (88′ Iannoni), Di Serio (79′ Melchiorri), Lisi (73′ Paz), Casasola, Santoro, Sgarbi.
A disp.: Furlan, Abibi, Righetti, Vulikic, Strizzolo, Baldi.
All. Fabrizio Castori

Marcatori: 46′ Lisi (P), 83′ Luperini (P)

Ammoniti: Glik (B), Rosi (P), Viviani (B), Tello (B), Acampora (B)

Arbitro: Marco Piccinini di Forlì.
Assistenti: Mauro Vivenzi di Brescia e Alex Cavallina di Parma.
Quarto Ufficiale: Francesco Fourneau di Roma 1.
Var e Avar: Ivano Pezzuto di Lecce e Oreste Muto di Torre Annunziata.