Doveva giocare titolare stando alle previsioni generali, poi a sorpresa mister Inzaghi ha deciso di lasciarlo ancora in panchina facendolo entrare al 73′ al posto del tedesco Kragl, per dare maggiore equilibrio e avere più dinamismo, visto che il Benevento stava rischiando con delle pericolose ripartenze dei liguri. Andres Tello è l’eroe di La Spezia. Con i suoi riccioli ha regalato tre punti di platino in una gara strana, difficile e complicata. Queste le sue parole a fine match dopo che è stato festeggiato a lungo dai compagni di squadra. “E’ stata una gara difficile, in particolar modo nel primo tempo dove non siamo riusciti a trovare il gol pur dominando a livello territoriale. Nella ripresa si è capito che potevamo vincere. Quando mister Inzaghi mi ha mandato in campo – continua Tello – mi ha detto di giocarmela, stare sul pezzo e dare una mano anche in attacco. Felicissimo di aver regalato la vittoria. Non segnavo da un anno, e questo è un gol davvero pesante, che  vale tanto e contribuisce a darci maggiore fiducia anche perchè questi tre punti in classifica si fanno sentire. Sulla rete ho seguito il lungo lancio di Alessandro Tuia e ho visto che il portiere stava fuori dai pali allora ho deciso immediatamente di colpire di testa e indirizzare la sfera verso la porta. E’andata bene. Per quanto mi riguarda – conclude il colombiano – mi sento molto bene, tutti hanno fiducia in me e dal suo canto l’allenatore ci sta dando la carica giusta. E’ancora lunga per la serie A, non ne parliamo. Ora ci godiamo la sosta e poi penseremo alla difficile partita che ci attende alla ripresa contro il Perugia”.