Direttore sportivo giovane ma già con l’etichetta di vincente considerato che in meno di cuqne anni ha vinto già cinque campionati di cui due di B con il Frosinone. Marco Gianniti è stato anche lui ospite la scorsa sera della trasmissione Freesport in onda a LabTv canale 625, parlando di B, ma soprattutto del Benevento. Deciso, trasparente e particolarmente chiaro il ds di Nettuno, amico di Bruno Conti. “La serie B vi dico innanzitutto che la vice chi gioca sporco. E’un campionato estenuante e non premia chi fa il calcio spettacolo. Il Benevento ha scavato un solco ma guai a pensare di aver già vinto il campionato e trasmettere queste cose ai calciatori. Accadde tre anni fa a me a Frosinone con Marino allenatore e dopo aver perso la A per un gol di scarto nella differenza reti nei play off ciccammo alla grande. Per quanto riguarda il Benevento è una squadra di assoluto livello, non la scopro io la squadra di Inzaghi. Sicuramente a mio avviso l’uomo in più ed acquisto più azzeccato del calcio mercato è stato Hetemaj. Lui è il classico uomo in più un giocatore che ti consente di fare qualsiasi modulo perchè in campo è un equilibratore. Mi chiedete di Coda? Allora vi rispondo così: tutta la vita Massimo Coda sia in serie B che nella massima. E’un giocatore importante che fa la differenza. Per quanto riguarda Oliver Kragl sanno tutti che è un mio pupillo che ritengo sia devastante con il modulo 4-4-2 giocando a fascia invertita quindi sulla destra perchè è uno che sente la porta come pochi con quel suo tiro bomba”.