Si conclude ufficialmente oggi il più lungo ritiro della storia del Benevento che come noto è iniziato lo scorso 7 luglio. I giallorossi sono stati la prima squadra di B a partire per il romitaggio ed anche l’ultima, avendo come sedi Pinzolo prima che ora ospita la nazionale italiana di basket in preparazione dei mondiali e poi Moena. Una scelta di Inzaghi che ha voluto anche l’allestimento da parte della società di una lunga serie di amichevoli anche se una è saltata (contro il Venezia) per il maltempo. Chiaro l’intento di arrivare sin dai primi impegni ufficiali in condizioni ottimali per una partenza con il piede pigiato sull’acceleratore ed approfittare del fattore entusiasmo per mettersi in una posizione d’elite della graduatoria. Dopo il test di ieri contro il Cittadella disputato a Trento, l’intera comitiva si è trasferita a Verona per il pernottamento da dove stamani è ripartita per raggiungere il capoluogo sannita. Per tutti i calciatori c’è da oggi l’auspicato “rompete le righe”. Potranno, infatti, raggiungere le rispettive città e famiglie per trascorrere qualche giorno di meritato relax. Tutti a riposo fino a sabato con raduno già fissato dallo staff di Inzaghi per domenica a Benevento con la ripresa degli allenamenti. Bisogna vedere cosa hanno previsto i preparatori per Sau e soprattutto Schiattarella che devono mettersi alla pari con i nuovi compagni. Non è escluso per loro una tabella di lavoro a parte.