uilPresso il comune di Fragneto Monforte si è tenuto l’ulteriore incontro tra Amministrazione, Sindacati e lavoratori per discutere della paventata riduzione dell’orario di lavoro in ragione del 16,66% a decorrere dal mese di settembre 2015. Presenti per l’Amministrazione comunale il sindaco Raffaele Caputo, la segretaria Maria Grazie Di Nunzio e l’ingegnere Angelo Carmine Giordano; per le Organizzazioni sindacali Fioravante Bosco (Uil Fpl), Mauro Pagnozzi (Cisl Fp), Raffaele Fonzo (Fp Cgil) e gli Rsu Adriano de Angelis e Luisa Stefanucci, nonché 15 lavoratori su 17.

I lavoratori, nel corso dell’assemblea del 2 settembre avevano già respinto all’unanimità la proposta presentata dall’Amministrazione ma, avendo diminuito lo stanziamento in bilancio per corrispondere i salari, l’Amministrazione ha proseguito nel suo intento. Tutti i lavoratori, con l’eccezione di due unità che potrebbero essere pensionate a breve e di quelli che già svolgono il part time al 50%, hanno manifestato la propria disponibilità ad accettare la riduzione. Non hanno, invece, manifestato la propria disponibilità al taglio del salario altri due  dipendenti per non incorrere nella futura riduzione della pensione. Comunque sia l’accordo avrà la durata di 6 mesi con un prima verifica da farsi entro il 30 novembre 2015.

“Questa della riduzione delle ore di lavoro settimanale e del consequenziale salario – dichiara Fioravante Bosco (Uil Fpl) – non può essere imposta, e quindi dovrà avere la necessaria accettazione da parte degli interessati. Spero che l’accordo sottoscritto regga, altrimenti si andrebbe dritti sparati verso il collocamento in disponibilità di quattro/cinque lavoratori in esubero”.