La retrocessione è una ferita ancora aperta per Pasquale Foggia, che ai microfoni di Radio Marte è tornato sull’argomento presentando la sfida con il Napoli in programma questa sera al Maradona. Il test amichevole sarà utile a testare la condizione in vista del prossimo impegno con il Lecce: “L’idea è nata dai buoni rapporti che intercorrono tra le due società. Sono certo che sarà partita vera, faremo giocare chi ha bisogno di minuti”.

Il direttore sportivo giallorosso si è detto sempre più convinto della bontà della scelta di Caserta: “E’ un allenatore propositivo, moderno. Mi ricorda De Zerbi in tante cose e in più ha il pregio di essere molto diretto nei rapporti. Per metabolizzare la retrocessione ce ne vuole ma ormai è tempo di guardare avanti al prossimo campionato. Retrocedere fa male”.