Si va avanti con novità che arrivano minuto dopo minuto ma con la certezza che costituisce un primo importante passo avanti che da lunedì 18 maggio saranno autorizzati gli allenamenti collettivi nel calcio. In questa ottica si è organizzato anche il Benevento pronto a pianificare la ripresa che sarà gestita in sinergia tra la società per la parte logistica, lo staff sanitario che fa capo a Salvatori e naturalmente lo staff tecnico. Anche da un punto di vista economico il club giallorosso è pronto a ripartire ed infatti lo staff tecnico già nella prossima settimana inizierà a tracciare un piano di lavoro che naturalmente dovrà tenere conto delle prescrizioni. Si attende naturalmente di conoscere l’ultimo protocollo preparato dal Ctd d’intesa con la Figc per dare disposizioni in merito alle limitazioni per quanto concerne sanificazioni, tamponi, docce, alloggio degli atleti, vita privata ed altro. Ricordiamo che il protocollo iniziale era severissimo e soprattutto dipendioso e richiedeva anche la disponibilità di un centro sportivo e di una serie di strutture, tanto è vero che specie in B alcuni club avevano alzato preventivamente bandiera bianca. Ma attenzione tutto questo con l’incognita per quanto concerne la B della ripresa o meno. Ci spieghiamo meglio. Mentre per la A stando alle previsioni abbastanza fondate e ottimistiche (senza ulteriori intralci legati alla pandemia) si parla di inizio del campionato o meglio ripresa di questa stagione per il 14 giugno, quella della B è prevista solo successivamente ma a data da destinarsi sulla scorta dell’esperienza della A. La Figc e la Lega B, dunque, visto che i tempi si allungherebbero devono prendere importanti decisioni sul cosa fare… La sospensione definitiva con la cristallizzazione della classifica con promozioni e retrocessioni è la strada più percorribile ma con la spada di Damocle dei ricorsi. Insomma resta sempre una situazione complessa e complicata al di là della buona volontà di alcuni di riprendere a tutti i costi.