Costantino Caturano è il nuovo presidente del Parco Regionale Taburno Camposauro, su proposta del vicepresidente Fulvio Buonavitacola e dell’assessore Bruno Discepolo. Al neopresidente gli auguri del vicepresidente nazionale di Coldiretti Gennarino Masiello. “Salutiamo con piacere il provvedimento della Regione – commenta Masiello – che riporta alla gestione ordinaria un ente strategico per lo sviluppo del territorio, del sistema agricolo e turistico del Sannio. Un grazie sentito va al commissario Vito Busillo per il lavoro svolto in una condizione difficile. Sono certo che il dottore Caturano, come ha già dimostrato in altri contesti, saprà aprire una nuova stagione di protagonismo del Parco, un patrimonio naturale e culturale che si estende per 12.370 ettari nella provincia di Benevento e interessa una popolazione di circa 25.000 abitanti”.

Costantino Caturano, quarantenne sannita, è laureato in Scienze Ambientali. Vanta una lunga esperienza di lavoro all’Arpac. È direttore del Gal Taburno dal 2013 e membro di commissioni paesaggistiche di enti pubblici in qualità di esperto di tematiche di gestione ambientale e sviluppo rurali. La nomina del presidente è disciplinata dalla La L.R. n. 33/1993 “Istituzione di parchi e riserve naturali in Campania”, che nel disciplinare la gestione delle aree naturali protette all’art. 8 dispone che il Presidente dell’Ente Parco sia nominato dalla Giunta Regionale, per la durata di tre anni, su proposta degli Assessori all’Urbanistica e all’Ambiente, tra soggetti in possesso di comprovata esperienza nelle istituzioni, nelle professioni, ovvero di indirizzo o di gestione in strutture pubbliche o private, preferibilmente maturata nei settori della tutela dell’ambiente e del paesaggio.

 

La nomina di Costantino Caturano, già Coordinatore del Gal Taburno, a Presidente dell’Ente Parco Regionale del Taburno-Camposauro, rappresenta per il Direttore dell’APS SannioIrpinia LAB – Luca Mauriello – una scelta strategia da parte della Giunta Regionale della Campania, in quanto considerata professionalità di alto profilo tecnico sulle tematiche ambientali alle quali si associano le sue capacità manageriali di marketing territoriale, maturate nel corso di questi anni come Direttore del Gal Taburno.
Ricordiamo come la mission degli Enti Parco sia quella di attuazione dal un lato di una strategia integrata di conservazione delle risorse autoctone a rischio di estinzione, e da un lato la valorizzazione del patrimonio naturalistico ed ambientale presente.
A Costantino vanno i più sentiti auguri da parte del Presidente e del Direttore dell’APS SannioIrpinia LAB, nonché il sostegno di tutto lo staff dell’Associazione, ed un grande in bocca al lupo per l’enorme lavoro che gli spetta, tenuto conto che i Parchi in questi anni essendo stati commissariati hanno avuto un ruolo poco centrale nella politica di sviluppo regionale.