congedo parentaleNei giorni scorsi, era stata bloccata la nuova opzione introdotta nel decreto legislativo n.80 del 15 giugno scorso. Ora, dopo la pubblicazione della circolare Inps n.152 del 18 agosto 2015, c’è il via libera per la richiesta e la fruizione dei congedi parentali. Dunque – comunica la Uil – ora tutto è disponibile in virtù della decisione da parte dell’Ente, guidato da Tito Boeri, di pubblicare il documento subito dopo ferragosto. In buona sostanza, la nuova legge sul congedo parentale inserisce alcune importanti modifiche al decreto legislativo n.151/2001, noto come Testo Unico su maternità e paternità, già ritoccato all’articolo 32 dalla riforma Fornero del 2012, e dalla legge di stabilità 2013, la quale aveva rimesso la questione nelle mani del sindacato delegandola alla contrattazione collettiva. D’ora in avanti, invece, anche in presenza di situazioni non regolamentate dalla contrattazione di tipo collettivo, sarà vigente il decreto legislativo del Jobs Act, completato dalla circolare Inps.

La riforma del congedo parentale prevede che i genitori lavoratori dipendenti possono fruire del congedo parentale a ore in misura pari alla metà dell’orario medio giornaliero del periodo di paga mensile immediatamente precedente a quello nel corso del quale ha inizio il congedo parentale. Non è consentita la cumulabilità con altri permessi; la legge è da ritenere in vigore fino al prossimo 31 dicembre, quando il Governo dovrà decidere se confermarla oppure cancellarla.

“E’ una novità assoluta – dichiara Fioravante Bosco, segretario generale Uil Avellino/Benevento – nel campo della legislazione sul lavoro, che va  a vantaggio dei  genitori  che avranno la possibilità di diminuire l’orario di lavoro e di avere così un periodo di congedo proporzionalmente più lungo, anziché assentarsi per un’intera giornata”.

Da oggi, presso il Patronato Ital di piazza San Donato in Benevento, sarà possibile dunque ricevere ulteriori notizie ed ottenere l’inoltro on line delle pratiche all’Inps.