La replica alla prima nazionale della pièce teatrale dedicata a Massimo Troisi, portata in scena dall’associazione “Gli Artisti di periferia”(gruppo di giovani artisti campani, per lo più di Secondigliano che sono “sfuggiti” alle grinfie della criminalità organizzata e hanno investito il loro futuro in cultura e formazione) si svolgerà a Castelvenere, il comune più “vitato” del centro sud.

Anche a Castelvenere, come a Benevento, l’ospite d’onore sarà l’attrice americana Clarissa Burt.

Considerata l’importanza della manifestazione verranno aperte in via straordinaria le caratteristiche cantine tufacee dove vengono esposte le pregiate etichette dei tanti imbottigliatori locali.

La rappresentazione, dal titolo “Finalmente Insieme”, è in programma il prossimo 4 settembre al Teatro comunale all’aperto di Castelvenere (ore 21,00), con ingresso gratuito fino ad esaurimento posti.

Sul palcoscenico, insieme con i giovani interpreti, salirà Clarissa Burt che racconterà in una intervista pubblica la vita del grande attore di San Giorgio a Cremano.

L’obiettivo dell’iniziativa – organizzata dall’associazione no profit “Icosit” in collaborazione con l’associazione “Gens Nova” e con il patrocinio morale e la compartecipazione del Comune, retto dal Commissario Fiorentino Boniello, e della Pro Loco di Castelvenere e dell’associazione onlus “ALI” – è quello di valorizzare il territorio e i suoi prodotti.

“L’iniziativa – dicono gli organizzatori – vuole essere un saluto all’estate e un augurio per un ritorno alla normalità dopo quasi due anni di chiusure e limitazioni dovute alla pandemia. Per questo motivo a fine spettacolo verranno distribuiti gratuitamente cornetti caldi alla falanghina della pasticceria ‘Infinity’ di Telese Terme”.