logo caritas bnLa liturgia della parola della seconda domenica dopo l’evento disastroso del 15 ottobre sembrava proprio rivolta al popolo sannita. “Coraggio! Alzati” è la sollecitazione che non Gesù, ma il popolo rivolgeva al povero cieco che chiedeva insistentemente l’intervento del Figlio di Davide sulla sua disgrazia. Bartimeo getta via il mantello e balza in piedi.
Esattamente come il popolo sannita sta cercando di fare con tutte le sue forze per dimostrare la propria vicinanza alle famiglie colpite dall’alluvione. Rialzati, rialzatevi, è l’appello che le migliaia di volontari stanno rivolgendo ogni giorno alle famiglie, alle piccole imprese, alle grandi imprese. Ma non sono solo parole di speranza, sono opere di carità. Migliaia di volontari, giovani, studenti, cattolici, laici, impegnati, professionisti, tifosi, disoccupati, incessantemente dalla mattina del 15 ottobre non hanno mai smesso di dare il proprio contributo alla città. Pulendo le strade, mettendo in salvo famiglie, spalando fango, riempendo secchi di acqua da buttare fuori, aiutando le famiglie. In 10 giorni la Caritas Diocesana ha raggiunto 300 famiglie a Benevento, a Paupisi, a San Giorgio La Molara, Campolattaro, Torrecuso ed anche Ponte, Solopaca e Castelfranco in Miscano. Abbiamo difeso le piccole imprese, le scuole colpite, ma abbiamo servito anche le grandi imprese cucinando pasti caldi ogni giorno agli operatori civili impegnati alla pulizia delle strutture della Rummo,
della Minicozzi e della Metalplex. Grazie alla generosità di molti abbiamo ragione a coltivare il sogno di poter rispondere ai bisogni di tutte le famiglie e le piccole aziende colpite dall’alluvione. La nostra priorità, come sempre, saranno le famiglie
povere e le piccole aziende che senza l’aiuto di nessuno potrebbero rischiare concretamente la chiusura
dell’attività.
L’azione-progetto che nasce da questo sogno si chiama ‘I numeri dell’onda umana della Fraternità’.

Volontari totali Coinvolti 1051 – Personale Caritas Coinvolto 30 – Servizio Civile 40 – Professionisti 11
Totale Persone Coinvolte 1132
Le associazioni ed i movimenti che hanno partecipato alle attività di volontariato sono 41
Volontari non afferenti ad associazioni 708

I Servizi Offerti dalla Caritas nelle prime due settimane:
Coordinamento di squadre di Volontari Servizio di spalaggio e pulizia esterna alle abitazioni
Coordinamento Servizio di pulizia interna alle abitazioni
Servizio di segretariato sociale per segnalazioni guasti gas, luce, acqua, necessità di espurgo e raccolta rifiuti
Fornitura pasti caldi alla popolazione colpita
Fornitura pasti caldi e panini a volontari impegnati e Protezione Civile
Fornitura beni di prima necessità: Indumenti, Biancheria, Scarpe, Kit Pulizia Personale, Kit pulizia casa, Derrate Alimentari, Kit per pulizia fango (pale, guanti, carriole)
Accoglienza Notturna famiglie sfollate
Accoglienza Notturna volontari Misericordia e Protezione Civile
Supporto Psicologico agli adulti
Supporto Psicologico ai bambini
Servizio Advocacy per la ricognizione dei danni e dei bisogni
Partecipazione a rete istituzionale locale (COC)
Coordinamento delle donazioni a favore della popolazione colpita dall’alluvione a livello locale,
regionale, nazionale ed internazionale.

La Macchina Organizzativa allestita per far fronte all’emergenza
Presidente S.Ecc. Mons. Andrea Mugione Arcivescovo Bn
Direzione Don Nicola De Blasio
Direzione raccolta beneficenze Don Sergio Rossetti
Coordinamento generale Angelo Moretti
Amministrazione ed Economato Onaide Marotti
Area Coordinamento generale Fabio Garrisi, Giusy De Vita
Segreteria di Coordinamento generale Donatella Nicolella
Area stampa Enrico Pirone – Area web Gabriella Giorgione
Reclutamento Volontari Mario De Vita, Marco Milano
Front Office donazioni in beni materiali Francesco Giangregorio, Lucia Carrano
Coordinamento servizio pasti caldi Ernesto Pietrantonio , Manuela Orlacchio
Coordinamento Mensa Linda Abruzzese, Gennaro Moretti
Organizzazione Dormitorio Mariapia Mercaldo, Maria Masone, Lucrezia Tontoli, Giovanna Zollo, Gabriella Poppa
Coordinamento Magazzino per stoccaggio derrate alimentari e detersivi Filomena Palmiero, Roberta Alloro, Livia Locurzio, Sandro Rossi
Autisti, accoglienza e personale di supporto Francesco Micco, Maurizio Sorice, Yankuba, Valeriano De Vita, Pino, Mauro Ruggiero, Franco d’Aloia, Gino Iovine, Antonio Pinto
Capisquadra per la segnalazione delle esigenze della popolazione alluvionata Don Alessandro Grimaldi (OLP Serv. Civile)
Antonio Altieri (Parr. Sant’Anna), Eugenio Musco (Parr. S.M.di Costantinopoli), Pino De Rosa, Umberto Caputo (Unitalsi), Umberto Cammarata, Alessandro Maglione, Pio De Vita, Marika Pompilio , Gerardo Manganiello (Agesci)
Giulia Tesauro Luca Pedicini (CNGEI), Luigi Nicoletti, Antonio Orzelleca (par. S. Donato), Pino De Cicco (Parr. Sacro Cuore), Luigi Sparandeo (Servizio Civile Caritas)
Responsabile Presidio via Cosimo Nuzzolo Fabio Garrisi
Azione Progetto Bartimeo Resp. Commissione Tecnica: Paola Ferrannini
Referenti Zonali: Luana Birrocci, Luigi Nicoletti, Antonio Altieri, Giuseppe De Cicco. Centro Ascolto e supporto psicologico Adele Caporaso, Delia delli Carri

I numeri dei servizi offerti. Come la fraternità ha arginato i danni.
n. totale pasti caldi offerti 14804 Per famiglie: 7848
Per volontari: 6956
n. di interventi totali effettuati con donazione di beni materiali 850
n. di famiglie seguite dai volontari coordinati dalla Caritas 228
n. kit pulizia casa/igiene personale/infanzia per famiglie 134

Benevento 116
Paupisi 11
Ponte 3
Solopaca 2
Castelfranco
in Miscano 2
n.panieri familiari – derrate
alimentari distribuiti
272 Benevento 243
Paupisi 2
San Giorgio La Molara 18
Ponte 4
Torrecuso 2
Campolattaro 1
Solopaca 1
Castelfranco in Miscano 1
Famiglie che hanno chiesto e
ricevuto indumenti
144 Benevento 129
Paupisi 4
Ponte 3
Torrecuso 2
Campolattaro 1
San Giorgio
La Molara 5
n. persone accolte nel dormitorio
Caritas
29 Sfollati 18
Volontari 11
n. interventi servizi di pulizia ,
spalaggio e consegna domiciliare di
beni materiali
128 Benevento 122
Castelpagano 1
San Giorgio La Molara 1
Paupisi 4
Famiglie accolte al Centro Ascolto condiviso con Comune di Benevento ed Ordine degli Psicologi 70

I conti della fraternità.
ENTRATE
Beneficenze raccolte in due settimane
TOTALE GENERALE
Bonifici (832 offerenti) € 118.445,34
Pro minibus (107 offerenti) € 26.082,29
€ 144.527, 63
USCITE
Spese per pasti € 16.515,18
Spese per carburante mezzi ( 4 Furgoni + 2 auto) € 620,00
Spese per pulizia dal fango (Pale,secchi, stracci etc.) € 1.700,85
Spese per Progetto “ Bartimeo”
( arredi, attrezzature, interventi tecnici) € 5.328,35
Spese farmaci € 65,00
Spese alloggi € 2.500,00
Spese varie (cancelleria ricariche, Matriale ludico etc.) € 191,95
TOTALE GENERALE € 26.921,33

Il popolo dei Donatori
Sarà nostra cura, finito il marasma di questi giorni, rintracciare, registrare e ringraziare tutte le imprese che hanno subito risposto all’appello della Caritas a favore della popolazione sannita. Per il momento ci preme ringraziare in maniera ancora generica tutti i supermercati, i fruttivendoli, le macellerie, i panifici, le pizzerie, i ristoranti, i negozianti tessili e di detersivi, le ferramenta che hanno risposto con grandissima generosità per i bisogni dei nostri fratelli colpiti dall’alluvione del 15 ottobre. Sono davvero tanti e tanto veloci nelle consegne, molti non vogliono essere nemmeno censiti, per poter commettere l’errore di citarne solo qualcuno.
Al momento possiamo contare almeno 60 aziende che hanno donato beni materiali richiesti dalla Caritas. 48 di queste sono aziende locali. 48 associazioni che hanno donato beni materiali richiesti dalla Caritas. 16 parrocchie e movimenti religiosi che hanno donato beni materiali richiesti dalla Caritas. 2 Diocesi che hanno donato beni materiali
La storia più incredibile di donazione che registriamo in questi ultimi giorni, è il gesto di una pensionata che in una semplice busta da lettera ha affidato alla Caritas i risparmi che aveva messo da parte per pagarsi le spese del suo funerale. Di fronte all’alluvione ha pensato che quei soldi potevano essere più utili per i vivi che oggi ne hanno bisogno e come la vedova di cui parla il Vangelo, non ha dato qualcosa, ma ha dato tutto se tessa nel gesto della beneficenza.