A giudicare dagli sviluppi della partita si tratta di un punto guadagnato. Il Benevento non va oltre lo zero a zero contro il Perugia ma rischia seriamente di perdere il match del Ciro Vigorito, salvato da un super Paleari che nel finale è prodigioso sulla conclusione di Matos.

E’ una prestazione che rappresenta un passo indietro quella messa in campo dagli uomini di Caserta, con poche idee e anche confuse. Eppure la serata sembrava partita bene, con la conclusione di Elia terminata di un soffio a lato. Una chance rimasta isolata, visto che nei minuti successivi si è visto solo il Perugia, capace di sfiorare più volte il vantaggio con Kouan. Sono stati prima Paleari e poi una sua stessa imprecisione da pochi passi a salvare la Strega. Per il Benevento l’unica azione pericolosa porta la firma di Insigne che chiama all’intervento in angolo Chichizola.

Nella ripresa i giallorossi sembrano più aggressivi e infatti sfiorano il vantaggio con un colpo di testa di Lapadula, fuori bersaglio di mezzo metro. Il tentativo di Elia che si perde sull’esterno della rete e un tiro ribattuto a Moncini da ottima posizione sono le uniche due occasioni per la Strega che nei minuti finali rischia grosso sul palo colpito da Kouan con una conclusione da fuori e sulle due opportunità concesse a Matos. In occasione della prima è ottima la risposta di Paleari, sulla seconda è l’ex Verona a sbagliare la mira di testa. Finisce 0-0 ma ha più rimpianti il perugia di Alvini.

BENEVENTO
Paleari, Letizia (C), Acampora (80′ Tello), Calò (75′ Viviani), Elia (75′ Brignola), Lapadula, Vogliacco, Foulon (46′ Masciangelo), Insigne (63′ Moncini), Ionita, Barba
A disp.: Muraca, Manfredini, Basit, Vokic, Di Serio, Sau, Talia.
All.  Fabio Caserta 

PERUGIA 
Chichizola, Rosi (46′ Curado), Angella (C), Segre, Burrai (65′ Santoro), De Luca (84′ Carretta), Matos, Kouan, Ferrarini, Zanandrea (70′ Sgarbi), Lisi (65′ Falzerano)
A disp.: Fulignati, Righetti, Gyabuaa, Murano, Murgia, Ghion, Vanbaleghem. 
All. Massimiliano Alvini

Ammoniti: 35′ Acampora (B), 48′ Curado (P), 55′ Letizia (B), 58′ Lapadula (B), 76′ Viviani (B),

Arbitro: Sig. Livio Marinelli di Tivoli.
Assistenti: Sigg. Antonio Vono di Soverato e Daisuke Emanuele di Yoshikawa di Roma 1. Quarto Ufficiale: Sig. Daniele Rutella di Enna. Var e Avar Juan Luca di Macerata e Ciro Carbone di Napoli.