Il Benevento non va oltre il pareggio con la Spal (1-1) e deve rinunciare alla sesta vittoria di fila, un sogno cullato fino al minuto 87. Giallorossi belli ma spreconi per tre quarti di gara, poi nel finale un vistoso calo ha spalancato le porte del pareggio alla Spal, che porta a casa un punto prezioso per smuovere la classifica nei bassifondi.

Dopo un ottimo approccio il Benevento passa in vantaggio al 22′ con Tello, bravo a raccogliere l’assist di Acampora e a sfruttare il velo di Moncini per battere Thiam per segnare l’uno a zero. E’ poi Acampora ad andare due volte vicino al gol ma prima il palo e poi Vicari gli dicono di no. Stessa sorte per i tentativi di Moncini, che vanno fuori bersaglio. La Spal non sta a guardare e cerca il guizzo con Da Riva (grande intervento di Paleari che devia sul palo) e Viviani (punizione out di poco).

Nella ripresa la Strega trova il 2-0 con Moncini ma il Var al 65′ annulla il gol spettacolare dell’attaccante pistoiese, che qualche secondo dopo lascia il campo a vantaggio di Forte. Proprio il nuovo acquisto avrebbe l’opportunità di chiudere la partita, ma il suo colpo di testa termina a lato di pochissimo. Nel finale è la Spal ad accelerare approfittando di uno svarione difensivo dei giallorossi e trovando dunque il gol con Da Riva. E’ poi il nuovo entrato Melchiorri ad andare vicinissimo al sorpasso a pochi minuti dal triplice fischio, ma la sua conclusione viene deviata in angolo da Glik. E’ un pari che lascia tanto amaro in bocca al Benevento, atteso la prossima settimana dalla seconda trasferta di fila, sul campo dell’Alessandria.

 

SPAL – BENEVENTO 1-1

Marcatori: 22′ Tello (B), 87′ Da Riva (S).

SPAL
Thiam; Tripaldelli (78′ Meccariello), Mancosu, Colombo (78′ Melchiorri), Capradossi, Finotto (61′ Seck), Mora (70′ Crociata), Vicari, Dickmann, Da Riva, Viviani F. (78′ Esposito).
A disp.: Pomini, Seculin, Zuculini, Spaltro, Heidenreich, Celia, D’Orazio.
All. Roberto Venturato

BENEVENTO
Paleari; Letizia, Acampora, Calò, Tello, Vogliacco, Glik, Insigne (66′ Forte), Moncini (81′ Brignola), Ionita, Masciangelo.
A disp.: Muraca, Manfredini, Farias, Foulon, Sau, Umile, Malva, Vottari, Talia, Barba.
All. Fabio Caserta

Ammoniti: Paleari (B)

Arbitro: Niccolò Baroni di Firenze.
Assistenti: Andrea Zingarelli di Siena e Paolo Laudato di Taranto.
Quarto Ufficiale: Ermanno Feliciani di Teramo.
Var e Avar: Giacomo Camplone di Pescara e Giacomo Paganessi di Bergamo.