maryslandDomani, alle ore 20.00, presso il Cinema Gaveli di Benevento si terrà la proiezione del film ‘Terra di Maria’, un film testimonianza dedicato alle apparizioni mariane. La proiezione, unica per Benevento e provincia, è stata promossa dall’Associzione culturale ‘La Conchiglia’ di Benevento e dal Gam. Ad introdurre la visione del film, dopo i saluti di Paolo Palumbo e don Alessio Fucile, sarà lo scrittore Diego Manetti, autore di numerosi testi sulla Madonna, spesso in collaborazione con P. Livio di Radio Maria. Tutta esaurita la prevendita, tanto che gli organizzatori hanno dovuto prevedere una seconda visione del film nella stessa serata del 5 maggio alle ore 20.30 ed una replica anche il 6 maggio alle ore 20.00 sempre presso il Gaveli. I biglietti ancora a disposizione potranno essere ritirati direttamente ai botteghini del Cinema.
Mary’s Land – Terra di Maria – a tratti divertente e a tratti intenso e commovente, è un film che affronta il tema della fede da un punto di vista inedito. Nelle vesti dell’avvocato del Diavolo, il protagonista, impersonato dallo stesso regista del film, riceve dal suo capo l’incarico di indagare sulle tante persone che nel mondo hanno deciso di scommettere su Dio. Deve capire se si tratta di pazzi, truffatori o truffati, capire se quella storia, raccontata in un libro grosso e per giunta senza neppure una figura, è vera o è soltanto una menzogna. La sua missione porta il protagonista in giro per il mondo: interroga chi ha incontrato la fede, intervista chi asserisce di essere in contatto con Gesù Cristo o con Maria. Carpisce la sua fiducia e cerca di scoprirne i segreti. Come tanti, affronta però questo viaggio con un approccio esclusivamente razionale. Solo nell’ultima tappa capirà che per venire a capo della sua inchiesta e risolvere i suoi dubbi dovrà abbandonare la sua razionalità e mettere in gioco il cuore.
Sul film il regista Juan Manual Cotelo ha detto: “Bisogna andare allo scoperto dove c’è più bisogno, come ci insegna il nostro Papa Francesco: ‘andare alle periferie dell’esistenza’. Riteniamo che anche in un cinema, Dio ti possa parlare e possa parlare a chiunque, sia ad un intellettuale che a una persona con la quinta elementare”.