Dopo i club di serie A, anche quelli cadetti stanno cercando di attuare con i propri tesserati, per questa stagione, la riduzione degli ingaggi. Tutto ciò alla luce dell’emergenza coronavirus che ha stravolto anche quelli che erano i piani finanziari legati alle entrate e che condizionerà soprattutto il futuro, a prescindere o meno, dalla ripresa dei campionati. In questa ottica il Benevento sta trattando con tutti i calciatori della rosa il taglio degli emolumenti da alcuni giorni con il capitano Maggio che in qualità di capitano sembra essere l’interlocutore designato dalla stessa squadra e naturalmente di riferimento per Vigorito e Foggia. La trattativa dovrebbe essere definita nei prossimi giorni. La società chiede 2 mesi di abbuono, le sensazioni è che per 1 mese si trovi l’accordo senza traumi o musi lunghi. Una situazione alquanto delicata rispetto alla quale, comunque ci sarebbe una sensata disponibilità parziale degli atleti a fare qualche piccolo sacrificio alla luce anche di quelli che sono i rapporti di collaborazione ed armonia esistenti. Del resto non potrebbe essere altrimenti con un gruppo che ha dimostrato professionalità, attaccamento, ma soprattutto ha conquistato risultati incredibili ed insperati alla vigilia.