Poche ora fa, la GESESA, società che gestisce il servizio idrico, ha emesso un comunicato per ripetere ancora che l’acqua servita ai cittadini è buona ma non nega affatto di aver incaricato un laboratorio di analisi, regolarmente accreditato ed autorizzato per tali attività, che ha attestato di aver trovato nei pozzi di Pezzapiana e Campo Mazzone valori di tetracloroetilene oltre la SOGLIA di CONTAMINAZIONE (trovati 1,7- 1,8 microgrammi litro oltre il limite di 1,1 microgrammi/litro). Gli esami sono stati effettuati a dicembre su incarico della Gesesa che però non ne ha mai dato notizia!
Invece la società ripete ancora i valori molto più bassi attestati dal laboratorio Tecno Bios ma GESESA fa finta di non sapere che a tale laboratorio è stato REVOCATO l’accreditamento con la delibera del 22 marzo di ACCREDIA- Ente Italiano di Accreditamento che qui si allega.
Naturalmente aspettiamo la solita inutile querela per diffamazione ma intanto GESESA deve pubblicare i documenti in suo possesso e i “rappresentanti del popolo” cioè i consiglieri comunali, dovrebbero finalmente esprimersi sull’operato della società che gestisce il servizio idrico alla città.