DSC00578Ieri mattina, i Militari della Stazione Carabinieri di Vitulano, sono intervenuti all’interno del locale centro di accoglienza per profughi e rifugiati politici, ove Brhane Zelalem, nigeriano 29enne, richiedente asilo, ivi domiciliato e già sottoposto all’obbligo di firma, stava arrecando danni agli arredi della struttura, rivolgendo minacce di morte al personale presente: il tutto, al preciso scopo di estorcere loro denaro, pretendendo la somma di euro 700 per poter partire per Roma. Con l’intervento degli operanti, l’extracomunitario è stato ricondotto alla calma, immobilizzato e tratto in arresto (perquisizione negativa). Dopo le formalità di rito, Brhane è stato tradotto presso la casa circondariale di Benevento a disposizione dell’Autorità Giudiziaria a cui risponderà di tentata estorsione