unisannio2Oggi pomeriggio, alle ore 17.00, si terrà l’incontro ‘Dostoevskij. Letture dal sottosuolo’. Nel suggestivo scenario della Sala Blu dell’Università degli Studi del Sannio, presso l’antico convento domenicano di piazza Guerrazzi, quattro giovani beneventani si confronteranno sui temi del grande romanziere russo. Un dialogo aperto a tutti gli interessati, che accomuna quattro sensibilità e formazioni differenti. Vito Varricchio, cultore di Filosofia politica presso l’ateneo sannita, tratterà il tema del Nichilismo prendendo spunto dai personaggi di Dostoevskij. Gli farà da contrappunto Gustavo Adolfo Nobile Mattei, dottorando in Storia del diritto, che traccerà un percorso sul tema della Bellezza, da Platone all’Idiota. Il più giovane del gruppo, Giuseppe Donatiello, approfondirà la relazione tra Freud e Dostoevskij, esaminando ciò che il terapeuta austriaco scrisse sulle nevrosi del letterato russo. Infine, il critico d’arte Loris Lerro proporrà un’analisi dei protagonisti femminili e della loro complessa personalità.

La manifestazione, organizzata dalla prof.ssa Cristina Ciancio a conclusione del corso di Storia dell’esperienza giuridica e con la collaborazione della cattedra di Storia delle dottrine politiche del prof. Gaetano Pecora, si inserisce all’interno di un consolidato percorso di iniziative interdisciplinari avviate nel Corso di Laurea in Giurisprudenza dell’Università degli Studi del Sannio. Sotto l’impulso del prof. Felice Casucci e del suo corso di Diritto e Letteratura, infatti, docenti e studenti di Giurisprudenza da anni si confrontano tra di loro e con ospiti di diversa formazione e provenienza per scandagliare i legami diretti e indiretti tra le scienze giuridiche e la letteratura nelle sue diverse espressioni.  L’auspicio è anche quello di favorire un contatto tra l’istituzione universitaria e le giovani intelligenze del territorio, arricchito dal contributo di chi si è formato in discipline diverse presso altri atenei. Una conversazione informale e aperta alla contaminazione, che sarà impreziosita dalle letture proposte da Andrea Bruno, Giulia Caputo, Miriam De Falco, Vito Galante e Maria Laura Orlando, membri del Centro Universitario Teatrale. Di seguito il programma:

Vito Varricchio, L’angelo nero;

Loris Lerro, Pathoslogia. La sindrome della bellezza nei linguaggi di un corpo malato;

Giuseppe Donatiello, Freud e Dostoevskij: istruzioni per l’uso;

Gustavo Adolfo Nobile Mattei, Quale bellezza salverà il mondo?