no trivIn seguito alla decisione della Regione Campania con cui ha dato il via libera al progetto esplorativo di ricerche petrolifere affidato alla società inglese Delta Energy e che interesserà 18 comuni del Sannio e 4 dell’Irpinia, si sono mossi a vario modo non solo i primi cittadini dei comuni coinvolti ma anche i singoli cittadini ed il movimento ‘No Triv’ del Sannio.

Proprio il movimento contro i progetti di trivellazione, infatti, per ribadire il no a tali azioni, si ritroverà a Morcone dal 26 al 31 agosto, per confrontarsi sui temi della tutela dell’ambiente messo a rischio.  Gli incontri si svolgeranno durante le intere giornate ed i partecipanti potranno permanere in loco grazie all’area camping attrezzata per l’occasione. Il meeting era stato già pensato ed organizzato prima del via libera della Regione ma ora, alla luce degli ultimi sviluppi assunti dalla questione, le giornate di incontro assumono un valore ancora più importante in quanto hanno l’obiettivo di raccordare le azioni e promuovere proposte comuni contro l’aggressione al patrimonio ambientale del Sannio. Non si discuterà solo di trivellazioni, ma anche di bonifiche e, più in generale, di salvaguardia del territorio. Importante sarà, per le discussioni, il costante confronto con le esperienze di altri territori come la Basilicata. Il confronto, infatti,  è necessario al fine di mettere in evidenza le gravi conseguenze delle trivellazioni per un territorio fragile e complesso come quello del Tammaro e del Fortore.