imageL’Assessorato regionale all’agricoltura rende noto che è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il decreto del MiPAAF di revisione dell’Elenco Nazionale dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali (PAT). Sono 32 le nuove registrazioni in campania, che portano complessivamente a 468 il totale, facendo salire la Campania al primo posto in Italia per numero di prodotti.

“Apprendiamo con grande soddisfazione la notizia – commenta Gennarino Masiello, presidente di Coldiretti Campania e vicepresidente nazionale – a conferma dello straordinario patrimonio agroalimentare che possiede la nostra regione. Un primato che va difeso con i denti dai tentativi di speculazioni e di imitazioni, ma anche dalle aggressioni commerciali di chi prova a far passare ancora un’immagine negativa”.

I PAT sono il punto di partenza per avviare politiche di sviluppo del turismo rurale e, più in generale ed assieme alle DOP ed alle IGP, una risorsa per lo sviluppo ed il rilancio del comparto agroalimentare italiano. L’inserimento nell’elenco permette di salvaguardare la tradizionalità dei processi produttivi rispetto all’omologazione.

Elenco delle nuove registrazioni:

(Bevande analcoliche, distillati e liquori)
Malaca
(Prodotti vegetali allo stato naturale o trasformati)
Fagiolo risillo
Fico lardaro
Fico troiano
Grano arso
Grano romanella
Melone di Capua
Origano del Matese
Pomodoro guardiolo
Pera carmosina
peperone quarantino di San Salvatore
Pesca poppa di Venere
Uva Salamanna
Uva sanginella
(Prodotti della gastronomia)
Minestra Caggianese
Salsa Piccante
Scarpariello
(Carni fresche e loro preparazioni)
Prigiotto
Prosciutto irpino
Sopressata caggianese
Formaggi
Caciocavallo di grotta del Cervati e delle Gole di Pertosa
Caciocchiato
Caso Vallicelli
Primosale stagionato di Cuffiano