Perdono 3 set a 1 le ragazze di coach Borghesio che incappano nella prima sconfitta stagionale del campionato femminile di Pallavolo di Serie C – Girone B. Tanti errori in ricezione ed un approccio contratto alla gara regala il primo set alla Volley Project Pontecagano del presidente Pessolano massimo dirigente della FIPAV Salerno. Nel secondo set, le telesine hanno provato a correggere gli errori “di approccio” entrando in campo con ben altro piglio mentre mister Borghesio a sostituito la Simeone con Troncone e spostato Armonia nel ruolo di opposto, un set molto bello da vedersi ma anche in questa occasione a vincerlo, anche se di appena due punti, sono state le salernitane. Nel terzo set, invece, è finalmente uscito fuori il carattere dell’Energa Olimpia Volley San Salvatore Telesino che hanno dettato il gioco ed il set è stato portato a casa anche grazie alle giocate di Federica Nina. IL quarto set, è giocato punto a punto fino al 15 pari, poi c’è stato lo strappo delle telesine che sono riuscite a portarsi sul 24 – 22 e ad avvalersi di ben tre set point per cercare di conquistare tie break. Marika Armonia, impeccabile fino a quel punto, ha sbagliato due palle facili e permesso alle salernitane di recuperare e di finire il set così com’era iniziato: giocando punto a punto fino al 32 a 30 finale. Armonia e compagne, già sabato 17 novembre avranno l’opportunità di riscattarsi e farlo tra le mura amiche del Palazzetto di via Cortopasso dove affronteranno la UISP Pallavolo Pozzuoli.

“Sapevo che ci aspettava una partita di un certo livello – ha commentato coach Nico Borghesio – ed in settimana l’avevamo preparata cercando di non trascurare nessun dettaglio e cercando di correggere alcuni errori, contro una squadra che a questo punto, dopo aver battuto anche la Volare è una delle dirette concorrenti alla vittoria del campionato, e noi, sicuramente non ci tireremo indietro da questa battaglia. La partita si è svolta in un monologo del Pontecagnano nel primo set, mentre nel secondo la reazione c’è stata ma ce lo siamo fatti sfuggire ai vantaggi complice anche la nostra mancanza lucidità ed errori banali. Nel terzo set, per noi, c’è stata la svolta: siamo state coriacei in difesa, bravi a sacrificarci l’uno per l’altro nella ricerca di vincere il game e nei fondamentali ma alla fine nel quarto set non abbiamo avuto la freddezza di chiudere al momento giusto”.

“È stata una partita troppo nervosa – ha dichiarato Serenella Matarazzo – in cui, in sincerità, abbiamo meritato di perdere visto il numero di errori che abbiamo commesso. Un plauso alle avversarie che a differenza nostra sono state attente e concrete ed hanno sfruttato le nostre debolezze. È inutile nascondersi dietro ad un dito, abbiamo un obiettivo importante che è quello di agguantare la promozione che già l’anno scorso è sfumata e non possiamo fallire, per cui ora l’importante è ripartire dagli errori commessi e lavorare duramente in palestra, senza fare di questa sconfitta un dramma ma un modo per migliorarci”.

“Torniano da Pontecagnano con zero punti – spiega il presidente Antonio Campanile – e questo non rispecchia la nostra forza e l’andamento di partita. Lo dico senza peli sulla lingua, sono risentito dell’arbitraggio molto casalingo e faccio fatica ancora oggi a comprendere il rosso ad alcune nostre atlete. Detto questo, siamo ancora più convinti dei nostri mezzi e dei nostri obiettivi che non arretrano di un millimetro. Confindo molto in mister Borghesio e nelle ragazze e nella prossima partita nella quale affronteremo il Pozzuoli”.