Oggi pomeriggio alle 17.30 al “Ciro Vigorito” la nazionale femminile italiana di calcio gioca la prima delle due sfide consecutive valevoli per la qualificazione ai prossimi campionati europei (l’altra gara si giocherà martedì a Castel di Sangro). A Benevento sarà sfida alla Georgia con l’obiettivo di legittimare la vetta del girone. Un avversario che all’andata ha dato del filo da torcere all’Italia, su cui il commissario tecnico precisa: “All’andata erano le prime partite dopo il Mondiale e c’era soprattutto una stanchezza mentale, in questa fase i campionati invece sono già ben avviati. Il calcio femminile in tutti i paesi sta avendo un impulso fortissimo e queste partite lo hanno dimostrato, non abbiamo faticato solo noi contro squadre cosiddette “piccole”. Passare da un contesto come quello dei Mondiali con quella visibilità ad una situazione di quasi deserto può influire. Il calore dei tifosi è fondamentale, realmente dodicesima giocatrice in casa e Palermo lo ha dimostrato. La Nazionale da tempo mancava al Sud e la missione, oltre quella sportiva, è proprio quella di promuovere il calcio femminile”. 

Su Benevento: “Già all’arrivo abbiamo riscontrato calore nell’accoglienza, vediamo che c’è attenzione e questo ci fa molto piacere. E’ una piazza importante che calcisticamente sta facendo bene e ci aspettiamo un pubblico importante che venga a vedere un bel calcio. Sentire che Inzaghi ci segue ci fa molto piacere. Questo significa che se un allenatore come lui parla in questi termini del calcio femminile, allora stiamo facendo passi in avanti importanti”.

La Figc per favorire un massiccio afflusso di pubblico ha attuato prezzi popolarissimi. 5 euro per il settore distinti, soltanto 1 euro per i ridotti sempre nei distinti.