Volantino_Polizia_LocaleLe segreterie territoriali di Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl di Benevento comunicano che martedì 10 febbraio 2015, dalle ore 10.00 alle ore 12.00, in tutte le Città capoluogo di provincia d’Italia si terrà la mobilitazione nazionale della Polizia Locale. Anche a Benevento l’evento sarà organizzato con concentramento degli appartenenti alla Polizia Locale nei pressi della Prefettura di Benevento. I Sindacati hanno chiesto ai Comandi di polizia locale (provinciale e comunali) di inviare propri rappresentanti, possibilmente in divisa e con l’auto di servizio, anche coinvolgendo i rappresentanti istituzionali, quali sindaci ed assessori.

In questo particolare momento, per la Polizia Locale, si delinea una delicata fase di transizione, che presuppone necessari percorsi di revisione del quadro normativo di riferimento che contempla la tanto attesa riforma organica dell’ormai obsoleta legge n. 65/1986. Nell’alveo di una sicurezza pubblica che appare sempre più bisognosa di riorganizzare ruoli, competenze e risorse, la Polizia Locale con i suoi 60.000 operatori rappresenta una risorsa importante, anche nell’ambito del presidio del territorio. Invero, dopo quasi trent’anni, non è ancora seguita una sostanziale valorizzazione né giuridica né contrattuale del suo ruolo. L’emanazione di una legge di riforma per gli appartenenti ai corpi di Polizia Locale costituisce ormai l’eterna promessa che, per un motivo o per un altro, non trova mai il giusto approdo in Parlamento finendo per insabbiarsi all’interno delle Commissioni preposte senza mai arrivare realmente alla definitiva approvazione.

Per questi motivi, i Sindacati ritengono fondamentale pensare a un provvedimento di modifica della legge n. 65/1986, che individui i punti essenziali più rispondenti alle attuali esigenze, in grado di dare risposte concrete a un quadro normativo completamente mutato, con l’obiettivo anche di uniformare su tutto il territorio nazionale le condizioni della Polizia Locale, le cui competenze in termini di operatività e di tutela della sicurezza, non trovano spazio nell’attuale legge. L’emarginazione sociale e l’esercizio di funzioni di polizia di prossimità sono ormai elementi con cui gli agenti e ufficiali della Polizia Locale, di cui è giusto sottolinearne la specificità e la peculiarità al servizio delle comunità locali, si confrontano quotidianamente senza avere la tutela delle altre forza di Polizia.

“La mobilitazione nazionale dei lavoratori della Polizia Locale, davanti alle Prefetture di tutta Italia, non solo per manifestare la legittima indignazione di questi lavoratori, oggetto di una aggressione istituzionale senza precedenti, ma anche per denunciare le condizioni di estrema precarietà nelle quali lavora questa importante categoria, con un quadro normativo e giuridico che non ne riconosce il ruolo e le funzioni alla luce dell’attuale assetto istituzionale”, è quanto afferma Antonio Pagliuca, segretario responsabile della Uil Fpl di Benevento.

Fioravante Bosco, segretario generale aggiunto Uil Avellino-Benevento, nonchè ufficiale della polizia municipale di Benevento, conclude: “La mancata estensione alla Polizia Locale dei benefici legati al riconoscimento della causa di servizio e dell’equo indennizzo gridano ancora vendetta, perché è una palese disparità di trattamento tra le forze di Polizia dello Stato e la Polizia locale. E’ ora di smetterla poiché non possiamo creare lavoratori di serie A e di serie B”.