Un match quello di sabato che ha già scatenato polemiche, da dopo la decisione dell’amministrazione comunale di Benevento di vietare la trasferta ai tifosi liguri, motivando la scelta con riferimento ai casi di coronavirus registrati in Liguria. Scoppia la polemica, con il sindaco di Spezia, Pierluigi Peracchini, su tutte le furie.
Queste le sue parole, rilasciate all’edizione on line del quotidiano La Nazione: “Grande sconcerto e rammarico per la telefonata ricevuta dal sindaco Mastella che mi ha comunicato la decisione di non far partecipare i tifosi dello Spezia Calcio alla partita Spezia–Benevento a causa del coronavirus. La città della Spezia non è zona rossa e non ha alcun focolaio di infezione. C’è soltanto un caso conclamato nella nostra provincia ma che risulta isolato ed è attualmente in cura e in buone condizioni all’ospedale Sant’Andrea. I cittadini spezzini hanno piena libertà di movimento e non c’è alcun rischio di contagio tanto che non è in vigore alcuna ordinanza né regionale né comunale in merito agli spostamenti, fatte salve le buone norme di prevenzione emesse dal Ministero della Salute che valgono per tutta Italia, anche per Benevento”.