malies“Quali sono i simboli del degrado di Benevento?”, si chiede il candidato sindaco Tibaldi! Non ho dubbi – risponde – “Il ‘mamozio’ di piazza Duomo e la Galleria Malies di via Gaetano Rummo!
Due opere importanti che – spiega il candidato – nelle intenzioni, avrebbero dovuto qualificare il centro storico ma che, nella sostanza, hanno contribuito a peggiorarlo oltre ogni umana decenza.
Due porcherie costose ed inutili, frutto della insipienza di chi ha amministrato Benevento negli ultimi anni.
Milioni di Euro buttati al vento, per ottenere cosa ? Immondizia, degrado, abbandono e pericoli per la pubblica e privata incolumità.
A piazza Duomo io so bene cosa fare per risolvere la questione : userò la ruspa !!
Per l’ex piazza mercato, ora Galleria Malies, invece mi affiderò alle tante Associazioni di giovani della città, istituendo magari un concorso di idee, sul suo possibile utilizzo. Sfrutterò le capacità e la inventiva dei ragazzi; di quei ragazzi che coraggiosamente (o forse perché meno fortunati) sono rimasti in Città e resistono alla paralizzante quotidianità beneventana.
E sapete perché ? Perché – conclude l’avvocato Tibaldi – ho sempre pensato che i nostri figli sono meglio di noi genitori.
Sono più liberi, sono più colti, sono più volenterosi.
Io voglio il loro aiuto perchè, in fin dei conti, Benevento è la loro.”