Guido De Rosa, ex responsabile del settore giovanile del Benevento agli inizi del nuovo millennio è stato tra i primi scopritori di Pasquale Schiattarella. Il dirigente che attualmente continua ad operare nel settore giovanile con la società cittadina della Grippo, ci racconta la storia dell’avventura in giallorosso di oltre quindici anni fa e le sue impressioni sul nuovo acquisto del centrocampo del Benevento. “Venne a Benevento nel 2002 e mi fu presentato da Delio Ozzella, ex atleta di serie C originario di S. Angelo a Cupolo. Fisicamente era gracile ma aveva a suo vantaggio la tecnica, la duttilità e in particolare l’educazione. E non era cosa da poco per un ragazzo della sua età che stava lontano da casa. A me piacque subito e lo aggregai nella squadra primavera. Lui era un classe 1987 mentre gli altri, pensate, erano 1983.  Giocò da titolare qualche partita e successivamente fu inserito nel gruppo che partecipò al Torneo di Viareggio. In precedenza era stato premiato al torneo di Natale come miglior esordiente della Campania. Era bravo e si intravedeva già allora che avrebbe calcato i campi della serie A. La trafila è stata lunga ma ha centrato tutti gli obiettivi prefissi. Benevento, Torino, Ancona, Sampdoria, di nuovo Torino, Livorno, Latina, Bari, La Spezia, Spal e per finire di nuovo a Benevento dove spero vinca il quarto campionato della sua carriera. Auguri”.