“Alla ripresa degli allenamenti Lapadula mi ha detto che non voleva più giocare nel Benevento. Prima delle convocazioni gli ho chiesto se fosse ancora della stessa idea e me l’ha confermata”. Così Fabio Caserta alla vigilia di Monza-Benevento, match di alta classifica in programma domani sera al Ciro Vigorito. La punta peruviana non sarà del match lasciando in grande difficoltà il suo allenatore e la società, pronta a investire sul mercato per trovare un sostituto. Caserta ha affrontato vari temi nel pre-gara, questo il resoconto:

Covid – “AbbiCaserta annuncia: “Lapadula mi ha chiesto di non giocare più, vuole andare via”amo avuto qualche problema e questo influirà sulle scelte di formazione. Siamo stati penalizzati perché abbiamo lavorato poco, domani vedrò chi mandare in campo. I contagi incidono tanto non solo nel Benevento. Non è semplice andare avanti ma dobbiamo convivere con questa situazione. Sarà difficile preparare una partita perché l’avversario principale è il covid. Speriamo passi in fretta questo momento”.

Infortunati – “Non vogliamo rischiare Improta, arriva da un infortunio abbastanza delicato, mentre tra Foulon e Letizia quello che ha più probabilità di giocare è Letizia perché sta maglio”.

Mercato – “Lapadula ha chiesto di non giocare più nel Benevento, ora toccherà alla società sistemare tutto. Farias e Forte sono due ottimi giocatori ma non sono ancora degli acquisti ufficiali. Dobbiamo pensare partita per partita, ognuno fa le sue scelte. Accetto quella di Lapadula anche se non la condivido”.

Allenamento – “Ci siamo allenati bene anche se gli ultimi giorni non sono stati semplici a causa del Covid. La squadra ha lavorato bene, sempre al massimo. Non dobbiamo trovare alibi perché ci aspetta una gara molto importante”.

Campionato – “Secondo me è stato giusto fermare il campionato a fine dicembre, abbiamo visto cosa è successo in serie A. Temo molto gli infortuni perché dal punto di vista fisico il Covid ti lascia qualcosa e riprendere dopo un mese significa non avere il ritmo partita. Alcuni calciatori non stanno bene dal punto di vista fisico ma è nelle difficoltà che bisogna sempre dare qualcosa in più”.

Avversari – “Il Monza è una squadra che gioca bene, sia sul piano individuale che collettivo. E’ venuto fuori dopo le difficoltà iniziali e sta facendo un ottimo campionato”.

Calò – “Fa parte di una squadra in cui può stare alla grande. Sa di non aver dimostrato di essere il giocatore che tutti conoscono, deve ritrovare la fiducia in se stesso e deve stare sereno perché io so quanto può essere importante”.