abenevento“Il dirigente del settore Servizi al Cittadino, Angelo Mancini, con il provvedimento prot. 44749 del 16 maggio, ha ‘risolto il provvisorio affidamento del servizio di mensa scolastica’ perché la Quadrelle 2001, ha fornito per un giorno i cestini invece del pasto normale.
Mancini – scrive il presidente di Altrabenevento Gabriele Corona – non contesta nient’altro ne fa alcun riferimento alle numerose violazioni della Quadrelle 2001 per la fornitura di pasti non adeguatamente cotti, uso di forni non adeguati, corpi estranei nei cibi, alimenti non previsti dal Capitolato, oppure mancato pagamento di stipendi e contributi ai dipendenti, false attestazioni di pagamento, sospensioni ed esuberi illegittimi, mancata reintegra in servizio ordinata dal giudice del lavoro, TFR sparito.
La motivazione per la rescissione utilizzata da Mancini è ridicola e rabberciata per evitare che lo scandaloso disservizio mensa scolastica possa ancora entrare prepotentemente in campagna elettorale. Molto probabilmente sarà il TAR, subito dopo le lezioni, ad annullare tale provvedimento e magari decidere che la cooperativa Quadrelle 2001 dovrà pure gestire il servizio per altri cinque anni.
Per evitare questo pericolo, Altrabenevento e CUB presenteranno ulteriori documenti e la copia di un altro ricorso alla Procura della Repubblica, giovedì in una conferenza stampa presso il Ristorante da Claudio- DG garden, alle ore 17,30. Parteciperanno le 15 lavoratrici della mensa scolastica iscritte alla CUB che sono state sospese per aver denunciato il disservizio della Ristorò e della Quadrelle 2001, e i genitori mobilitati da tempo per pretendere la sicurezza alimentare per i propri figli. Al termine offriremo ai giornalisti un drink con assaggio di pasta e ceci”.