pepe_faustoA sei mesi dalla terribile alluvione che ha messo in ginocchio il Sannio, dall’Unione Europa arriva la risposta tanto attesa: la Commissione Europea ha concesso la deroga al disimpiego delle risorse, relativa alla programmazione 2007/2013, per 161 progetti attinenti a 77 comuni beneventani il cui termine di ultimazione dei lavori dovrà coincidere con la scadenza già prevista per la programmazione 2007/2013 fissata al 31 marzo 2017. La deroga era stata chiesta per 220 progetti, 52 sono quelli per i quali la Commissione non ha individuato una correlazione causale tra il ritardo accumulato e gli eventi alluvionali.

Molto entusiasta del risultato raggiunto il sindaco di Benevento, Fausto Pepe, che si è speso congiuntamente con l’europarlamentare Andrea Cozzolino per il conseguimento della deroga. “Sono estremamente soddisfatto dell’ottenimento della deroga al disimpegno automatico delle risorse comunitarie che oggi abbiamo conseguito. Le istituzioni europee, da noi prontamente interrogate, hanno compreso il disastro che lo scorso ottobre ha colpito la città di Benevento e l’intero Sannio producendo rallentamenti e sospensioni ad alcune delle opere in corso di realizzazione in città e in provincia. In una situazione di crisi economica complessiva, di fragilità del tessuto produttivo, l’alluvione è stata un ulteriore danno e non ci saremmo potuti permettere di perdere risorse importanti. Per questo motivo ho più volte sollecitato, a nome mio e dei numerosissimi comuni della provincia colpiti, tutte le istituzioni competenti, in primis la Regione Campania, affinché tutte le procedure necessarie per la deroga venissero espletate. Ancora tante sono le misure che attendiamo, dalla legge sulla classificazione dei rifiuti alluvionali fino al provvedimento per la sospensione dei tributi, per il conseguimento dei quali continuerò a spendermi, per il bene di Benevento e del Sannio, così come ho fatto per il riconoscimento della deroga alla spesa comunitaria”.