FLYER_15X24cmLa bottega, del liutaio Enrico Minicozzi, ogni anno è quel baule che si riempie di sorprese e si apre nel mese di agosto, per tirarle fuori, perfezionarle ed esibirle. Tali sorprese, ormai da sei anni, sono ‘I Concerti della Bottega’, una kermesse nata per diletto e cresciuta, ad oggi, più grande, ricca e pulsante.

L’associazione ‘L’Art du Luthier’ si compone di giovani professinisti che, accomunati dall’amore ed il forte interesse per la sfera culturale, interagiscono, di confrontano ed elaborano quelli che poi diventeranno gli appuntamenti de ‘I Concerti della Bottega’, eventi musicali ed artistici, che hanno da sempre il solo scopo di offrire cultura a 360° in maniera del tutto gratuita.

Il lavoro, l’impegno e la dedizione che ciascuno investe per la realizzazione della kermesse, sono indescrivibili. Godendo del solo finanziamento degli amici della Bottega, di sponsor che strizzano l’occhio alla manifestazione e la forza organizzativa dello staff, ‘I Concerti’ tornano in scena in una veste sempre nuova, senza godere di alcun sostegno economico da parte delle Istituzioni. Diktat che profilano al meglio la manifestazione, sono le tre ‘C’: creatività, collaborazione, cultura.

I singoli eventi, che danno vita all’intero programma, nella loro unicità  arricchiscono il cuore della città di Benevento, dapprima nel cortile di Palazzo Fusco Rossi, oggi nel chiostro della Chiesa di San Francesco, in piazza Dogana. Le sere estive di agosto hanno, così, tutte altre emozioni da vivere: dalla musica, protagonista indiscussa,  al teatro, alla pittura e alla danza. Quest’anno edizione numero 6 come ‘SEI’, coniugazione del verbo essere. Noi saremo quel che siamo sempre stati, con la semplicità e la passione, l’impegno e la fantasia, l’entusiasmo e la voglia di regalare tutto il bello che c’è. Essere, inteso come esistenza ed identità, i temi di questa edizione, che si apre ufficialmente il 23 agosto  con la residenza artistica teatrale della compagnia ‘o.n.g. teatri’, che lavorerà su una rivisitazione di Cappuccetto Rosso, di cui vedremo una prova aperta la sera del 28,  con in scena Francesca De Nicolais, per la regia di Pino Carbone e il disegno del suono di Alessandro Innaro e Alessandro Papa. La compagnia creerà la prima fase dello spettacolo durante i concerti della bottega, subendone quindi tutti gli impulsi e l’energia che si andrà a creare.

L’apertura musicale della prima sera invece è affidata alle sonorità degli strumenti orientali ad arco, accompagnati dall’utilizzo della loop station,  di Enrico Falbo, per poi passare al concerto di Claudio ‘Gnut’ Domestico, cantautore napoletano il cui primo singolo si intitolava proprio ‘Esistere’ e il cui ultimo album ‘Domestico’ è proprio un ribadire la proprio identità. Si prosegue il 24 con una creazione ‘a tema’ per ‘I Concerti della Bottega’ della coreografa e interprete Clelia Borino che, con  ‘Protean Self’, affronta il tema dell’identità multipla dell’Essere, che si reinventa e che cambia. L’esplorazione di sè, che affronterà con il proprio corpo Clelia Borino, sarà accompagnata musicalmente dal contrabbasso di Giulio Izzo e dalla chitarra di Antonio Ciaramella.  A seguire ritroviamo un amico della bottega, Max Fuschetto che, con ‘Le Ombre Segrete’, affronterà, accompagnato dalle parole di Donato Zoppo, un cammino verso le suggestioni, che l’intreccio e l’interazione tra parola e musica possono dare. 

Il 26 agosto la serata si aprirà con un incontro con un’importante realtà che sta per nascere nella provincia di Benevento a la Motta, frazione di Sant’Angelo a Cupolo, che è la scuola civica ‘Alma D’Arte’, luogo di formazione e di creazione artistica. Seguirà il concerto degli ‘Illachime quartet’, ensemble napoletano, fondato nel 2002 da Fabrizio Elvetico e Gianluca Paladino, che unisce elettronica e strumenti acustici, partendo dall’uso di suoni e rumori colti dall’ambiente circostante e di frammenti sparsi di memoria acustica. Il 27 invece sarà la volta del teatro con la messa in scena di Anna Cappelli, spettacolo di Annibale Ruccello, di cui quest’anno cade il trentennale dalla morte, che vedrà in scena Antonella Cannella, diretta di Luigi Carillo a cui seguirà ‘la Cena Baratto’, momento di condivisione conviviale, durante la quale pubblico e artisti siederanno allo stesso tavolo,  per la quale invitiamo gli spettatori alla partecipazione attiva, venendo forniti di una pietanza da ‘barattare’, in modo da poter diventare non solo fruitori ma coautori dell’evento.
Il 28 agosto la manifestazione si chiuderà con la prova aperta di Cappuccetto Rosso e con il concerto del trio jazz torinese capeggiato dal pianista Fabio Giachino, considerato come uno dei più grandi talenti apparsi sulla scena jazz negli ultimi anni. Durante le serate il chiostro della Chiesa di San Francesco ospiterà poi il vernissage, curato da Antonella Rosa, dell’artista beneventano Agostino Cumbo.

L’associazione ‘L’Art du Luthier’, per far si che la rassegna de ‘I Concerti della Bottega’ riuscisse al meglio, ha aderito alla pittaforma di crowdfunding sociale Meridonare www.meridonare.it, figlia della Fondazione Banco Napoli, che promuove le migliori idee del mezzogiorno e sostiene progetti sociali, culturali e civici. Chiunque fosse interessato, troverà il progetto all’interno di Meridonare e potrà continuare a sostenirlo, anche durante la manifestazione. Infatti oltre a poter aderire seguento il link   https://www.meridonare.it/progetto/i-concerti-della-bottega-vi-edizione, sarà possibile donare durante tutte le sere dei concerti, in particolare il 23 e 24 , sarà presente il Donamat, macchina attraverso la quale sarà possibile donare e verrà emessa al momento una ricevuta detraibile. Si conferma anche in questa sesta edizione, la collaborazione con Art’Empori di Alessio Masone, che curerà l’apertura a i concerti alle ore 19:30, con gli AperiP’Artigianali, aperitivi autoprodotti.

Questo il programma nel dettaglio (23, 24, 26, 27 e 28 agosto presso il chiostro della Chiesa di San Francesco, in piazza Dogana a Benevento; 11 settembre presso l’azienda Agricola di Domenico Perito, in c.da San Michele, a Casalbore):

23 agosto:

  • ore 19.30, ‘Aperi-P’Artigianale’ ovvero aperitivi autoprodotti;
  • ore 20.30 Enrico Falbo in concerto con strumenti indiani ed arco e loop station Giulio Cestrone (percussione e chitarra elettrica)
  • ore 21:30 Gnut  Folk  Quartet in concerto con Claudio ‘Gnut’ Domestico (chitarra e voce) Marco Caligiuri (batteria) Gianluca Capurro (chitarra elettrica) Valerio Mola (contrabbasso)

24 agosto

  • ore 19.30 ‘Aperi-P’Artigianale’
  • ore 20.30 ‘Protean Self’, performanze di danza e musica con Clelia Borino -(coreografia ed interpretazione) Antonio Ciaramella (chitarra) Giulio Izzo (contrabbasso) Assia Patrone  (fashion designer)
  • ore 21.00 ‘Le Ombre Segrete’ Max Fuschetto group con Donato Zoppo ed Enrico Minicozzi

26 agosto

  • ore 19.30 ‘Aperi-P’Artigianale’
  • ore 20.30 Scuola Civica Alma d’Arte: incontri a cura di Scuola Civica Alma d’Arte;
  • ore 21.00 ‘Illachime Quartet’ in concerto con Gianluca Paladino (chitarra elettrica) Fabrizio Elevetico (basso elettrico ed elettronica) Pasquale Termini (violoncello elettrico) Ivano Cipollata (batteria)

27 agosto
ore 21.00 Anna Cappelli spettacolo di Annibale Ruccello con Antonella Cannella e regia di Luigi Carillo. A seguire ‘Cena Baratto’ (s’invitano gli spettatori alla partecipazione attiva, venendo forniti di stoviglie e di una pietanza da barattare)

28 agosto

  • ore 19.30 ‘Aperi-P’Artigianale’
  • ore 21.00 Cappuccetto Rosso di Francesca De Nicolais e Pino Carbone con Francesca De Nicolais; disegno del suono Alessandro  Innaro  e Alessandro Papa e regia di Pino Carbone;
  • ore 21.30 ‘Fabio Giachino Trio’ in concerto con Fabio Giachino (pianoforte) Davide Liberti (contrabbasso) Ruben Bellavia (batteria)

11 settembre
‘Giornata  P’Artigianale’ presso l’azienda agricola di Domenico Perito dalle ore 10.00 alle 20.00 laboratori, incontri, concerti e convivilità. Fiere contandine della Restistenza P’Artigianale, agricotura contadina, artigianato creativo, autoproduzioni e baratto.