Il capitano dei giallorossi Maggio che ha dato vita ad un duello senza risparmi di colpi e di corsa con l’ex stabiese Lisi, dall’alto della sua esperienza fa il punto sulla partita e sul pareggio ottenuto contro la matricola terribile Pisa dimostrandosi tutto sommato soddisfatto. Del resto il vantaggio in classifica dei giallorossi consente anche una mezza battuta d’arresto interna dove finora i sanniti avevano lasciato un punto solo all’altra matricola Virtus Entella (sempre 1-1). “La serie B è questa, ogni settimana c’è una battaglia da affrontare ed il Pisa ci ha fatto capire che non esistono partite semplici, ma che bisogna sempre dare il massimo. Sapevamo che i toscani sono un’ottima squadra e al Ciro Vigorito l’hanno dimostrato. Peccato per quella mia occasione sciupata nell’ultimo minuti di recupero. Mi è rimasto il pallone sotto e di conseguenza non ho potuto calciare come avrei voluto. Abbiamo giocato comunque una gara di grande intensità. Potevamo vincere, ma il pareggio va anche bene. Tutto sommato è un punto guadagnato che ci fa muovere la classifica e guardare avanti. Sì perchè il nostro pensiero è già rivolto alla trasferta di sabato a Cittadella. Per quanto riguarda la graduatoria è vero che abbiamo un buon vantaggio, ma non dobbiamo pensarci, al contrario dobbiamo essere concentrati solo sul lavoro settimanale e soprattutto non dobbiamo guardare in casa d’altri ma pensare soltanto a noi e guardare quindi in casa nostra. Siamo un buon gruppo ed abbiamo tutte le possibilità per continuare a fare bene in un campionato che è lungo e difficile, ma noi ci siamo”.