L’eroe del giorno in casa giallorossa è Samuel Armenteros anche se alcuni siti gli hanno tolto il gol partita attribuendo la marcatura al centrocampista Sciaudone che dalle immagini televisive si vede nettamente che mette il pallone di punta nella sua porta. L’attaccante svedese-cubano ha commentato così ai microfoni di Dazn il gol che ha rivendicato ugualmente e la vittoria.

“Nel calcio non si può mai dire come si vincerà, l’importante è avere vinto come squadra, il mio lavoro di centravanti è di aiutare la squadra quando sono in campo. E’ stata una partita difficile per entrambe le squadre, equilibrata, e sono contento di essere entrato e aver fatto la differenza. Siamo qua per andare in serie A, questo è il nostro obiettivo e vogliamo farlo insieme. Lo abbiamo detto fin dal primo giorno di ritiro, vogliamo vincere. E’ la terza vittoria in quattro partite e dobbiamo continuare così. Il mio sorriso? Se si vince così il morale è alto, io sono così come persona, è il sangue cubano. La vita è bella, perché non sorridere?”
Poi la chiusura con la domanda su cosa gli aveva detto Pippo Inzaghi prima di entrare. “Il mister mi ha detto: hai due minuti, entra e fai gol. Sappiamo che nella sua generazione è stato uno dei migliori del mondo nel fare gol. Sono contento di avere segnato, ma la cosa più importante è avere vinto. E’ sempre bello vincere all’ultimo minuto, ma ora abbiamo un’altra partita e da domani penseremo alla gara di martedì”.