Quello di ieri tra il presidente del Napoli De Laurentiis e dei giallorossi Vigorito in occasione dell’amichevole tra i due club non è stato solo un momento di distensione e vicinanza verso i rispettivi club, con il patron sannita che nella ripresa ha indossato anche un giubbino del club azzurro. E’ stata un’occasione anche per rafforzare il rapporto personale e tra le società, oltre che parlare di affari. E’evidente che le due parti hanno accantonato definitivamente la “freddezza” nata in occasione del trasferimento di Ciciretti dal Benevento ai partenopei a parametro zero senza nemmeno una telefonata quanto meno per “avvertire”, arrivata da Napoli. I due insieme hanno creato i presupposti per un rapporto di buon vicinato tra quelle che si possono considerare le big del calcio campano degli ultimi anni. Un incontro foriero di nuove situazioni che si potranno sviluppare per il futuro. Nel frattempo si è parlato anche di mercato con ADL che ha chiesto ufficialmente l’esterno difensivo Gaetano Letizia al collega per girarlo al Bari. Stando ad indiscrezioni la trattativa sarebbe bene avviata. Del resto sull’out sinistro il Benevento potrebbe decidere di puntare sul tedesco Kragl ingaggiando alle sue spalle una giovane riserva. E’evidente che nella difesa a quattro l’ormai ex foggiano potrebbe rendere al meglio. In Puglia, invece, Letizia sarebbe utilizzato sulla corsia destra. Nelle prossime ore ci potrebbero essere delle novità sulla trattativa che in un primo momento sembrava essere saltata per l’arrivo a Bari di Filippo Costa e per la richiesta di indennizzo dei sanniti. Stando sempre ad indiscrezioni Vigorito avrebbe chiesto notizie anche sui numerosi calciatori del Napoli in lista di sbarco. Non è escluso nemmeno qualche arrivo, mentre la società nella scorsa settimana ha già scelto di tenersi Improta prolungando di un anno il contratto (nuova scadenza 2022), spalmandogli, però, quello che già teneva che scadeva nel 2021. Stando a quanto visto nel test di ieri, del resto Inzaghi sta provando anche il 4-4-2 che diventa 4-2-4 in fase di possesso, di conseguenza rispetto a quanto progettato inizialmente con il 4-3-1-2 ci sarebbe bisogno anche di esterni. Ma del resto questi sono giorni di esperimenti ed è probabile che anche per questo motivo la società ancora non abbia operato sul mercato in entrata a parte Kragl. Proprio, forse, per avere indicazioni più chiare dal campo e dalle idee che si farà lo stesso Inzaghi.