Ventunenne partenopeo arrestato per truffa a danno di anziani

IMG_0893Negli ultimi tempi si sono registrati numerosi casi di anziani che vengono raggirati da esperti truffatori. Quasi sempre le vittime prescelte sono persone che hanno superato i 70anni. La scelta di truffare gli anziani è dettata in primo luogo dal fatto che essi costituiscono bersagli facili ed in secondo luogo perché se scoperti è possibile gestire, senza difficoltà, una loro eventuale reazione. E’ proprio a tutela di questa fascia di soggetti deboli che l’Arma dei Carabinieri ha intensificato i servizi tesi alla prevenzione e repressione di tale tipologia di reato. Al riguardo, nella serata di ieri, i carabinieri del Comando Compagnia di Caserta, coadiuvati dal personale dell’Arma di Montesarchio, hanno tratto in arresto, in flagranza del reato di truffa in danno di anziani, Spera Vincenzo, cl. 96, di Napoli. Il 21enne, è stato bloccato appena dopo aver consumato una truffa in danno di due anziani coniugi di anni 76 e 79 residenti in Montesarchio.

Nella circostanza il truffatore, spacciandosi telefonicamente per il nipote delle vittime, ha convinto i due anziani a consegnare la somma di euro 1.250,00, in contanti, ad un corriere che avrebbe loro consegnato, da lì a poco, un pacco ad egli diretto. Presentatosi presso l’abitazione delle vittime, l’imbroglione ha consegnato il plico preannunciato ricevendo in cambio la somma contate richiesta. Mentre si allontanava è stato però bloccato ed arrestato dai carabinieri. Il denaro è stato restituito alle vittime. All’interno del plico ricevuto dagli anziani vi erano 6 paia di calzini ed un bagno schiuma. L’arrestato è stato posto agli arresti domiciliari in attesa di convalida dell’arresto.

Lascia un commento