Vaccini. Ianniello (Ordine dei Medici): “La prevenzione e la scomparsa di malattie infettive sono un successo senza pari”

IMG_1462Il post lanciato dal Sindaco di Benevento Clemente Mastella per avviare un dibattito sui social circa la opportunità di una delibera, che potrebbe negare l’accesso a scuola ai bambini non vaccinati, ripropone un argomento di stringente attualità, che vede da tempo impegnato in prima linea l’Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri di Benevento, con una costante attività informativa e formativa rivolta ai medici, ai decisori politici e ai cittadini tutti, nell’obbiettivo primario della difesa della salute pubblica.
Nella storia della medicina i vaccini rappresentano una delle più grandi vittorie sulle malattie , e sono tra i presidi più efficaci, mai resi disponibili per l’uomo. La prevenzione e la scomparsa
di malattie infettive, in passato tra i più terribili flagelli dell’umanità, costituiscono un successo senza pari per il gran numero di vite salvate.
La scomparsa del confronto quotidiano con le conseguenze mortali o invalidanti di tali malattie, dovuta alla scoperta dei vaccini ha, probabilmente, indotto a credere che il successo sulle malattie infettive fosse definitivo.
I vaccini sono tra i farmaci più severamente controllati e garantiti, riguardo ai profili di sicurezza, proprio perché predisposti per la somministrazione di massa a popolazioni sane, o potenzialmente fragili, come i neonati e gli anziani.
I vaccini hanno raggiunto un grado di sicurezza assolutamente tranquillizzante, certificato attraverso un lungo percorso autorizzativo, coerente con le più stringenti normative internazionali.
Secondo la Costituzione della Repubblica, la tutela della salute dell’individuo rappresenta un interesse della collettività; tale imperativo costituzionale vede nei vaccini la sua concretizzazione. Le vaccinazioni, infatti, proteggendo il singolo dalla possibile comparsa di malattie infettive, tutelano la comunità tutta, attraverso il cosiddetto effetto gregge, che si ottiene con una copertura vaccinale variabile tra l’85% e il 96%, a seconda della contagiosità della malattia, che porta alla eradicazione degli agenti patogeni.
Questi concetti della medicina moderna, che hanno salvato centinaia di milioni di vite umane, non possono essere messi in discussione, né strumentalizzati.

Lascia un commento