Unicef, orchidea per proteggere bambini in fuga da guerre, povertà e violenza

 

IMG_1488I prossimi 6 e 7 maggio migliaia di volontari Unicef si mobiliteranno in oltre 2.100 piazze in tutta Italia con l’Orchidea dell’Unicef. Quest’anno a fronte di un contributo sarà possibile ricevere un’Orchidea e sostenere la campagna dell’Unicef ‘Per ogni bambino sperduto’ per proteggere migliaia di bambini soli, in fuga da guerre, povertà e violenza. Bambini sperduti alla ricerca di un luogo sicuro. Testimonial della campagna, anche per quest’anno, è Lino Banfi, storico Goodwill Ambassador dell’Unicef Italia.

Anche il Comitato provinciale di Benevento aderisce all’iniziativa coinvolgendo le piazze dei territori. Questi i luoghi dove poter trovare i banchetti: Airola, Amorosi, Apice, Baselice, Bonea, Benevento, Buonalbergo, Castelfranco in Miscano, Castelpagano, Cerreto Sannita, Circello, Colle Sannita, Cusano Mutri, Dugenta, Faicchio, Foglianise, Fragneto Monforte, Ginestra degli Schiavoni, Guardia Sanframondi, Limatola, Molinara, Montefalcone Valfortore, Montesarchio, Morcone, Paduli, Pago Veiano, Pietrelcina, Ponte, Pontelandolfo, San Giorgio del Sannio, San Giorgio la Molara, San Lupo, San Marco dei Cavoti, Sant’Agata de’ Goti, Sant’Angelo a Cupolo, Sassinoro, Solopaca, Toccocaudio, Torrecuso. 

A Benevento saranno allestite tre postazioni: di fronte la Chiesa di Santa Maria di Costantinopoli; in piazza Torre, accanto la Basilica di San Bartolomeo dove sarà presente una delegazione dei Vigili del Fuoco; nei pressi dell’Addolorata al Rione Libertà con la presenza di Angelo Iacoviello, presidente delle Misericordie.

La presidente del Comitato provinciale Unicef di Benevento, Carmen Maffeo, ringrazia tutti i volontari, i Forum giovanili, le Proloco dei comuni della provincia con una menzione speciale ai Vigili del Fuoco, Ambasciatori Unicef, da sempre vicini al Comitato per ogni genere di iniziativa, la Gesesa SpA, azienda amica Unicef che allestirà un banchetto all’interno della propria azienda, l’UNUCI, l’AMMI e quanti vorranno offrire un contributo per ricevere l’Orchidea. “Salvare un bambino grazie ad un’orchidea – dichiara Carmen Maffeo – un fiore delicato come delicata è la vita dei bambini, un pensiero per la prossima Festa della mamma”.

“Nel 2016 sono arrivati via mare in Italia 26.000 minorenni stranieri non accompagnati e separati, il 92% dei quali aveva tra i 14 e i 17 anni e viaggiava da solo. Quest’anno, in soli tre mesi ne sono già arrivati 3.000.” – ha dichiarato Giacomo Guerrera, Presidente dell’UNICEF Italia. “Sono bambini che scappano da conflitti, persecuzioni e deprivazione e affidandosi a trafficanti senza scrupoli affrontano viaggi terribili, seguendo la rotta del Mediterraneo Centrale. Molti di loro, una volta giunti nel nostro Paese, fanno perdere le loro tracce o perché fuggono in altri paesi europei, o perché vengono sfruttati da organizzazioni criminali nel nostro Paese. L’Unicese lavora nei paesi di origine, transito e destinazione, proteggendo i bambini dalle violenze, aiutandoli ad ottenere un’istruzione e a soddisfare le proprie necessità di base. Con l’Orchidea dell’Unicef sarà possibile dare sostegno a tutti i bambini in Italia e nel mondo in fuga da guerre e povertà, alla ricerca di un posto sicuro in cui vivere.”

Lascia un commento