Truffa del loculo, segnalato un imprenditore di Telese Terme

truffa-loculoCARABINIERI – I carabinieri della Stazione di Telese Terme, a conclusione di attività di indagini, hanno segnalato all’Autorità Giudiziaria un 50enne imprenditore edile, già noto alle forze dell’ordine, che aveva architettato una truffa ai danni di un 40enne residente nel centro termale per l’acquisto di alcuni loculi, mai realizzati, all’interno del cimitero di Telese Terme. L’indagine dei carabinieri è partita dalla denuncia presentata dalla vittima della truffa che aveva pattuito e consegnato, quale caparra, la somma di 5.000,00 euro all’imprenditore per l’acquisto di cinque loculi all’interno di una cappella funeraria che l’imprenditore, titolare di una ditta edile, stava costruendo per se all’interno del cimitero di Telese Terme. Dopo vari mesi, visto che la costruzione della cappella non veniva ultimata, si è rivolto alla Stazione Carabinieri del centro termale. Nel corso delle attività d’indagine i carabinieri hanno scoperto che l’imprenditore aveva solo parzialmente realizzato la costruzione della cappella, ma soprattutto che lo stesso aveva avviato i lavori in palese violazione di norme edilizie, e soprattutto che il regolamento comunale di polizia mortuaria non consente la vendita tra privati di cappelle funerarie o loculi. A termine dell’indagine l’imprenditore è stato segnalato alla Procura della Repubblica di Benevento per truffa e violazione edilizie.

Lascia un commento