Il personale del N.I.P.A.A.F. e della locale Stazione Carabinieri Forestale appartenenti al Gruppo Carabinieri Forestale di Benevento, unitamente a quello dell’ASL BN, hanno svolto in agro del comune di Benevento, un controllo mirato alla gestione della conservazione di cereali, nello specifico “Grano duro e tenero” , destinato successivamente al consumo umano.
L’accertamento ha interessato la tracciabilità del prodotto e gli aspetti igienico-sanitari, sia dello stabile utilizzato per il deposito della merce che di quest’ultima.
Durante la verifica si riscontravano, nello stabile utilizzato per il deposito del grano, diverse carenze in fatto di igiene, in quanto si acclarava la presenza di numerosi volatili (piccioni) e di alcuni topi, anche morti, con presenza nelle aree perimetrali dello stabile di numerosi escrementi degli animali innanzi citati. Altresì, il grano veniva conservato in un locale non arieggiato e quindi ad un elevata temperatura, non idonea ai fini della conservazione alimentare.
Alla luce degli accertamenti posti in essere, la merce rinvenuta, circa 45000 quintali di grano, è stata sottoposta a sequestro sanitario in attesa delle analisi, al fine di verificare l’idoneità al consumo umano della stessa. Inoltre, le ditte interessate sono state diffidate a ripristinare le gravi carenze igieniche sanitarie riscontrate. L’attività è stata sospesa.