Sibilia (M5S), stop calvario dei cittadini della Valle Caudina costretti a dirigersi all’ospedale di Avellino anziché al Rummo

IMG_1517“Mi è stata segnalata, da più parti, la paradossale vicenda che stanno vivendo i comuni irpini della Valle Caudina, per quanto riguarda l’assistenza sanitaria di pronto soccorso. Mi riferisco a Rotondi, Cervinara, S. Martino VC, Roccabascerana. C’è una disposizione, che trovo surreale, che impone agli addetti al servizio del 118 – nonostante la vicinanza di questi comuni a Benevento che si può raggiungere in poco più di un quarto d’ora – di trasportare i malati, non in codice rosso, nella più lontana Avellino, attraverso una viabilità tortuosa e fatiscente, distante 45 minuti in condizioni meteorologiche normali”. Ad affermarlo è Carlo Sibilia, che vuole risolvere questa vicenda incresciosa. “Il 118 infatti – prosegue il portavoce in Parlamento del Movimento Cinque Stelle -trasporta i malati in codice giallo non a Benevento che dista 18 chilometri. Il più delle volte i familiari rifiutano il trasporto con il 118 e accompagnano con auto propria il malato al all’ospedale Rummo. Siamo arrivati davvero ad un paradosso. Oggi va risolto questo problema”, conclude Sibilia.

Lascia un commento